“I cani sono il nostro tramite con il paradiso… 
sedersi con un cane su di una collina in uno splendido pomeriggio 
è come tornare all’Eden, dove non fare nulla non era noioso – era la pace.” - Milan Kundera

Uomo e cane hanno iniziato la loro coesistenza da diversi millenni. Questo rapporto ha giocato un ruolo fondamentale nella nostra evoluzione in ciò che siamo oggi nella storia e ancora lo fa ancora oggi per il nostro benessere. 

Un rapporto che soddisfa il bisogno di appartenenza che si è sviluppato nei confronti l’uno dell’altro.

É un completamento tipico per entrambe le nostre due specie. Siamo decisamente “animali sociali” in grado di creare un autentico legame emotivo.

Ma non è tutto. Diversi studi scientifici hanno dimostrato il profondo legame che possono derivare da un sano rapporto con i cani.

Uno in particolare, svolto dall’Università di Budapest, sull’ossitocina, conosciuto come l’ormone dell’amore, è stato particolarmente significativo. 

004 Studio cani e ossitocina - pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/29163082

Studio cani e ossitocina

Durante la ricerca, è stato dimostrato il modo in cui i cani guardano i volti umani è modulato dall’ossitocina rispetto alle emozioni. In un rapporto positivo si sono prodotti aumenti dei livelli si ossitocina, con molti effetti benefici sul comportamento sociale sia umano che canino.

In breve: condividere la vita con i cani, che dimostrano di essere in grado di comprendere le emozioni che leggono sul nostro viso, aumenta lo stato di benessere. Perché soddisfa i bisogni psico-fisici di attenzioni reciproche. Uno scambio che stimola il benessere e l’appagamento di entrambi.

Lollipop 13 kg di amore

Assoluto amore

Un’altra ricerca, effettuata dall’Università di New York, ha verificato che, misurando la pressione arteriosa e il battito cardiaco tenendo vicino un animale domestico, si ottengono valori nettamente migliori. Perché anche solo un semplice contatto con i nostri amici pelosi abbassano i livelli di stress e regalano un maggiore controllo della tensione emotiva. 

Dopo aver valutato tutti i benefici che i nostri animali ci regalano mi domando se come esseri umani riusciamo ad essere sempre all’altezza di questo scambio.

Cioè riusciamo a contraccambiare ogni beneficio o vantaggio di cui godiamo da secoli in questo rapporto così speciale?
Serve che ci impegniamo. Almeno per dare ai nostri amici a quattro zampe tanto quanto siamo abituati a ricevere !

Prossimo appuntamento parlerò di: Cosa deve esserci (o non esserci) nella ciotola

 

Lollipop dice la sua:
Lollipop 13 kg di amore

Stranquilli noi chiani sappiamoh benizzimo AmarviH anche se siete siolo iumanih – Cie loh ha dettoh anche SchiopenBauer 😉



Immagini prese dalla rete e RIMOVIBILI su semplice richiesta

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

EDUCATRICE CINOFILA per passione, istruttore sportivo di disc-dog e gioco col cane a scopo educativo, operatrice di PET-THERAPY con tre cani, oggi lavoro per pura passione, guidando i proprietari a comprendere il linguaggio fisico e i segnali emotivi dei loro cani. Perché capire la comunicazione e le esigenze dei cani di casa aiuta a creare una vera "relazione a sei zampe" serena e duratura. Pensare che quello che si ha davanti è "solo" un cane, un animale senza capacità cognitive e dalle emozioni limitate, è la base di tutti i problemi. Il cane è un essere sensibile e spesso molto intelligente, ha emozioni forti e durevoli, per questo la sua fedeltà è tanto leggendaria da farlo considerare il migliore amico dell’uomo. Tutti ormai sappiamo che il cibo è alla base di una buona salute fisica, e questo vale anche per i cani. Ma ancora troppo pochi proprietari sono consapevoli della stretta relazione che lega il cibo dato ai loro amici a quattro zampe alla comparsa di eventuali comportamenti problematici. Il cibo è salute, è vitale, anche per i nostri amici a quattro zampe!