Dal nostro intestino dipende la nostra salute, ma anche la nostra felicità: le cellule della mucosa gastrointestinale producono il 95% di tutta la serotonina presente nel nostro corpo, mentre solo il 5% viene prodotta nel cervello.

La serotonina è nota anche come ormone del buonumore.
Deficit di questo ormone causano disturbo ossessivo-compulsivo, manie, ansia, fame nervosa e bulimia, depressione.

Un intestino in salute ci assicura benessere anche psichico. Se l’intestino è in squilibrio, perderemo anche la nostra chiarezza mentale e la nostra capacità di valutare e di scegliere. Questo avviene anche a livello fisico, come nel caso della sindrome dell’Intestino Permeabile, che può essere tra le cause delle patologie autoimmuni.

L’intestino è stato definito anche ‘secondo cervello’ dallo scienziato Michal D. Gershon della Columbia University. Uno dei regolatori chiave dell’asse intestino-cervello è proprio il microbiota.

Molti studi hanno esaminato il modo in cui questi microrganismi intestinali comunicano con il cervello, individuando una correlazione fra vari disturbi psichiatrici e alterazioni dell’equilibrio della microflora intestinale.

Non è un caso che problematiche di disbiosi intestinale si riflettano anche sulla stabilità emotiva.

Per mantenere un intestino sano, è molto importante il cibo che introduciamo ogni giorno. Una dieta antinfiammatoria, che ci garantisca un apporto adeguato di fibre, aminoacidi e grassi essenziali, vitamine e sali minerali, sostanze antiossidanti.

Questo perché l’infiammazione influisce negativamente sul nostro equilibrio intestinale. La fibra è il principale nutrimento.

Da cui il ruolo chiave della DIETA MEDITERRANEA (quella vera, ovviamente), basata prevalentemente su cereali non raffinati, legumi, verdure (non le patate), frutta e semi oleosi. Una dieta povera di grassi saturi, ma ricca di acidi grassi essenziali e di sostanze antiossidanti.

Una dieta ricca di fibra, in particolare quella solubile, nutrimento dei nostri batteri della felicità.

BUONA FELICITA’ A TUTTI!

Silvia Petruzzelli ©



Immagini prese dalla rete e RIMOVIBILI su semplice richiesta

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una prima laurea in Scienze dell’Informazione e dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decide di cambiare vita per ritrovare se stessa. Intraprende quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica. Fonda il sito IlCibodellaSalute.com, allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Segue i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Consegue una seconda laurea in Scienze dell’Alimentazione e Gastronomia. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine, ha collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Gestisce il B&B il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduce corsi teorici e pratici di cucina e alimentazione.