La salute dipende sempre dal cibo.
Che deve essere adatto alla specie

“Una minestra di prima categoria è più creativa di un quadro di seconda categoria.” 
- Abraham Maslow
Lollipop Fiore in Bocca
No Lollina un fiore non è un buon cibo, ma sei proprio bellina 😉

I nostri animali di casa sono veri componenti della famiglia.

Cani e gatti sono amici e compagni di vita, non solo animali che condividono il nostro spazio vitale.
Vogliamo che vivano vite lunghe e felici.
Vogliamo molti lunghi anni insieme.
Vogliamo anche offrire loro il meglio per la salute, perché per loro il rischio di ammalarsi sia più basso possibile!

Con l’alimentazione adatta alla loro specie, possiamo avere un impatto significativo sulla salute dei nostri familiari pelosi.
Invece di farli semplicemente sopravvivere, possiamo aiutarli a GODERSI davvero questa vita!

Ogni motore funziona bene solo con la benzina giusta

Ogni specie sulla terra si è evoluta seguendo una dieta specifica per la propria fisiologia. Mangiando il cibo adatto a mantenere al meglio il benessere fisico e psicologico, per prosperare nel proprio ambiente naturale.

I cani, come specie, sono piuttosto speciali. Si sono evoluti al nostro fianco, nonostante abbiano sopportato molti errori dovuti alla cattiva alimentazione.
Anche oggi, nutrirli in modo non appropriato alla loro fisiologia, probabilmente non li fa morire immediatamente, ma provoca per certo un graduale declino della salute.

  • Perdita della vitalità
  • Degenerazione di tessuti
  • Infiammazione cronica
  • Aumento della suscettibilità alle malattie.

I cani possono sopravvivere con un cibo di scarsa qualità. Ma rendendoli molto più soggetti alle malattie, la maggior parte di loro,  non vivrà tanto quanto potrebbe se nutriti in maniera adatta.

L’Università di Helsinki in Finlandia, ha un gruppo di ricerca chiamato DogRisk che ha studiato attivamente la dieta, ambiente e malattie del cane domestico. Hanno dimostrato che i cani più sani sono quelli nutriti con una dieta di cibi semplici, ricchi di carne – o pesce – e grassi, povero di carboidrati e privo di additivi chimici.

I cani sono onnivori o carnivori?

Qualcuno oggi li definisce onnivori perché non disdegnano quasi ogni nostro cibo. Ma solo perché in buona parte li costringiamo ad esserlo, visto che controlliamo completamente ciò che mangiano.
In realtà i cani sono carnivori, ma possono anche essere definiti opportunisti, cioè che prediligono cacciare, ma in caso di necessità, possono accontentarsi di animali morti, di vegetali e perfino di rifiuti (nostri e “altrui”).

Lollipop Fiore in Bocca cibi in natura
Cane è carnivoro ma anche un “opportunista”

I cani sono carnivori opportunisti, ma possono sopravvivere anche solo con cibi vegetali se necessario.
Sopravvivere … Che è molto diverso da prosperare.

Canis lupus familiaris (il cane) e Canis lupus lupus (il lupo) condividono di più della loro classificazione scientifica. Condividono il 98,8% del loro DNA.
Per capire cosa dovrebbero mangiare il cani basta fare qualche osservazione:

  • Guarda il loro tratto digestivo: ti accorgerai che è molto corto.
  • Guarda i loro denti: vedrai i denti di un lupo.

Entrambe le specie, sebbene differenti per storia evolutiva, il cane è diventato domestico e il lupo è rimasto selvatico, hanno esigenze dietetiche praticamente identiche.

Cibo naturale o industriale?

Gli esseri umani sono l’unica specie sulla terra che cucina il cibo. Ma sopratutto è l’unica specie che mangia cibo altamente trasformato. E i risultati deleteri sulla salute stanno diventando sempre più evidenti con l’aumento delle malattie metaboliche e degenerative.

Questo andamento purtroppo si sta rispecchiando anche nella salute dei nostri animali di casa.
I dati non mentono: 1 cane su 4 sviluppa il cancro, il diabete e molti altri problemi di salute, mentre questi rischi hanno una incidenza infinitesimale in altre specie.
Perché queste differenze? L’unico fattore che differisce tra i cani (e i gatti!) e altri animali, è il fatto che noi umani imponiamo loro una dieta non adatta!
Scegliamo per loro dei cibi che non sono in grado di promuovere la salute o il benessere in base alle loro esigenze dietetiche naturali!

Lollipop Fiore in Bocca cibi
Cibo sano casalingo e cibo di ottima qualità pronto sono entrambi alternative valide

Amiamo i nostri cani (e gatti), allora serve imparare come fare a nutrirli correttamente. Non solo per farli “sopravvivere” scegliendo una dieta innaturale. Serve conoscere, e rispettare, le loro esigenze alimentari, per poter scegliere i cibi che sono biologicamente “progettati” ad assimilare al meglio.

Qual’è una dieta adatta alle esigenze alimentari per i cani?

Considerato che gli animali non cucinano, la dieta migliore sarebbe quella a base di cibi crudi.
Carne (o pesce) con grasso, interiora, uova, pesce, poche ossa commestibili (ossa polpose), una piccola parte di carboidrati assimilabili, un po’ di verdura e frutta, probiotici e fermenti lattici vivi.  In casi specifici potrebbe anche esserci la necessità di aggiungere degli integratori naturali, come olio di pesce, alghe, semi oleaginosi …

Ma una dieta di questo tipo è ottimale solo quando è bilanciata in modo appropriato. Cosa che richiede la consulenza di un nutrizionista valido e preparato in modo specifico. Un veterinario ha certamente una preparazione ottima sulla salute dei nostri animali ma, se non ha seguito studi specifici, non è detto che sia in grado di dare consigli nutrizionali validi (basta vedere quanti di loro consigliano prodotti industriali di marche molto note, ma decisamente poco “sane”).

Inoltre serve anche molta attenzione e costanza scrupolosa nel somministrarla. Una dieta sana è quella che può essere seguita per tutta la vita. Non è un intervento temporaneo o qualcosa da adottare in caso di problemi di salute.

I benefici della dieta adatta  per i cani

  • Una vita più sana e quindi più lunga!
  • Minore incidenza di malattie (cancro, diabete, malattie dell’apparato digerente e cardiovascolare, …)
  • Il giusto livello di energia (gli animali non sono né letargici né iperattivi)
  • Miglioramento del comportamento (fornire i giusti livelli si serotonina rendono più sereni anche i cani)
  • Denti più puliti e alito migliore
  • Cacca piccola, compatta e con poco odore
  • Pelle sana con pelo folto e lucente
  • Diminuzione della perdita di pelo
  • Meno “odore di cane”
  • Sistema immunitario più forte (anche grazie a una flora batterica intestinale più efficiente)
  • Riduzione dell’obesità
  • Aumento o sostegno della massa magra
  • e … notevole risparmio sulle spese del veterinario per tutta la vita del tuo cane!!

I benefici sono moltissimi.

Solo vantaggi in questo tipo di alimentazione?

Non del tutto… somministrare questo tipo di dieta comporta anche accettare un certo numero di “svantaggi”:

  • Trovare un bravo nutrizionista che stili il piano dietetico
    (è un costo iniziale indispensabile)
  • Cercare tutti i fornitori necessari di cibo ad uso umano
    (che è il più controllato microbiologicamente)
  • Acquistare tutti gli ingredienti freschi
    (carne, pesce, trippa verde, ossa polpose, ricotta, uova,…)
  • Difficoltà nel trovare ingredienti non comuni
    (come le ossa polpose e l’introvabile trippa verde)
  • Trattarli e conservarli correttamente
    (la carne va sempre prima congelata ad almeno -15° per abbassare la proliferazione batterica. Una durata di almeno un mese serve ad esempio a minimizzare il rischio di Trichinella).
  • Scongelare la porzione giusta quotidiana e non conservate gli ingredienti in frigo per più di 24 ore
    (perché il freddo non ferma certi patogeni, come la Listeria).
  • Accettare un certo grado di pericolo
    (come le ossa polpose, che non vanno mai date prima di uscire. Serve controllare sempre il cane o il gatto durante e dopo i pasti. Oppure il pericolo di Trichinella che può essere presente nella carne di maiale o cinghiale cruda che è uccisa solo con la giusta cottura)
  • Serve variare il più possibile i fornitori e i tipi di carne o pesce
    (alcuni antibiotici sono presenti anche nella carne per uso umano. Ad esempio il pesce di allevamento, il pollo e il tacchino sono fra i più contaminati)
  • Mettere particolare attenzione nella scelta degli integratori.
    (Vale anche per quelli che usiamo noi: devono essere naturali e certificati per l’assenza di contaminanti, sopratutto i metalli pesanti)
  • Misurare e dosare e mescolare gli ingredienti subito prima di servire la ciotola da somministrare
    (serve avere del tempo da dedicare ogni giorno ai pasti dei nostri amici)

Sembra tutto piuttosto complicato … No, in realtà è solo questione di trovare un po’ di tempo ogni giorno e di organizzazione.

Ma se non abbiamo tempo i nostri animali devono mangiare male?

Se è vero che cucinare per i nostri cani è un momento di amore e di cura, che da molta soddisfazione, altrettanto lo è che non sempre è possibile per tutti farlo.

In effetti oggi, con la vita frenetica che facciamo, diventa sempre più complicato trovare il tempo per preparare le ciotole di persona ogni giorno

Pappa pronta di qualità
Pappa pronta ma solo se di ottima qualità

Quindi dobbiamo rassegnarci a dare cibo che non sostiene la loro salute?
No!
Anche se la nostra vita è frenetica, non è necessario rinunciare a nutrire bene i nostri amici.
Serve scegliere un cibo pronto che dia esattamente tutti i benefici di quello che prepareremmo con le nostre mani.

Un cibo confezionato che garantisca il rispetto di tutte le esigenze nutrizionali dei nostri cani (o gatti). 

In questo modo, potremo somministrare cibo sano ai nostri amici cani e gatti, anche se ovviamente non si tratta di cibo completamente crudo, in modo molto più facile per tutti.

Un cibo pronto, che abbia tutte le caratteristiche del cibo preparato a casa, è un modo per trovare il giusto equilibrio fra la nostra cronica mancanza di tempo, il desiderio di scegliere un cibo adatto alla specie del nostro cane (o gatto) e garantirgli un nutrimento che sostenga la sua buona salute per tutta al  sua vita.

I componenti pelosi della nostra famiglia in entrambi i casi possono ottenere tutti i benefici  per la loro salute che certamente meritano!

Prossimo appuntamento: Leggere e capire le etichette del cibo pronto per cani

Lollipop dice la sua:
Lollipop Fiore in Bocca
Le pappe che mettete nelle niostre ciotole ci fannio stare beneh o maleh … ricordahtevielo!


Immagini prese dalla rete e RIMOVIBILI su semplice richiesta

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.


AIUTACI A SOSTENERE QUESTO SITO!
Se acquisti ingredienti o libri o altro sul sito Macrolibrarsi, puoi inserie il codice partner 5496 (fase 4 del carrello), ricambiando la condivisione delle informazioni divulgate sul sito. Puoi così aiutarmi a sostenere le spese del blog.
GRAZIE!


HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA ALIMENTARE?
Puoi richiederla a questo link .