C’è un angolino del mio giardino dove crescono borragine, calendula, malva, timo, salvia. Posso fare spesso la spesa gratuitamente 🙂 ! Nel giardino ci sono anche piantaggine, tarassaco, … insomma tante erbe spontanee: ho solo l’imbarazzo della scelta.

borragine-calendulaLa borragine (quella pianta in foto con i fiori dal colore olore blu-viola,) è cresciuta abbastanza, in mezzo alla calendula (quella con i fiori giallo-arancio).

Ecco che raccogliere qualche foglia potrebbe essere una buona idea per il pranzo.

La borragine ha varie proprietà: diuretiche, depurative, antidepressive.

Veniva usata per infondere coraggio a coloro che partivano per le Crociate in Terra Santa: in celtico “borrach” significa “coraggio”. Nel  Mago di Oz viene utilizzata all’interno di una pozione per ridare coraggio al leone :).
E’ comunque raccomandabile farne un uso modico e preferibilmente foglie giovani cotte: pare infatti che le foglie e i petali contengano alcaloidi che se assunti costantemente e in certe quantità, potrebbero avere azione epatotossica.

Tranquilli! L’importante è consumarla in piccole quantità e  occasionalmente! Evitare di mangiarla se ci sono problemi epatici, in gravidanza e allattamento.

Ed ecco la ricetta del risotto.

Ingredienti

  • 200 gr di riso integrale
  • 1 porro
  • 3 foglie di borragine
  • sale marino integrale
  • miso di riso

Procedimento

Cuocete il riso in un rapporto 1:2 con l’acqua ed un pizzico di sale, in una pentola con fondo spesso (da quando bolle, abbassate al minimo la fiamma, coprite e cuocete per circa 45-50 minuti).

Nel frattempo preparate un nitukè di porri tagliati sottili e foglie di borragine (lavate accuratamente).

Quando riso e porri saranno pronti, unirli e mantecare il riso con miso sciolto in un po’ di acqua calda.

 

Riso Integrale Rosa Marchetti

Voto medio su 5 recensioni: Da non perdere



Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decido di cambiare vita per ritrovare me stessa. Lascio la carriera per tornare alla natura, ad una vita semplice. Intraprendo quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo successivamente i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica, in Italia e all'estero. Per migliorare le tecniche di cucina, seguo i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine, ho collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Ho fondato questo blog http://www.ilcibodellasalute.com allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Esperta di cucina macro-mediterranea, cucino (insieme a mio marito Claudio Grazioli) ed offro supporto per chi voglia migliorare il proprio benessere attraverso l'alimentazione. Sono Docente di Alimentare Naturale Macrobiotica e MTC presso l'Associazione Chicco di Riso, gestisco (insieme a Claudio) il B&B biologico Il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduco corsi teorici e pratici su tutto il territorio nazionale (e anche all'estero), fornendo suggerimenti e ricette sull'alimentazione, divulgando uno stile di vita sano e gustoso, allo scopo di sensibilizzare e promuovere la cultura del cibo sano e della sostenibilità ambientale. Cerco di approfondire costantemente le tematiche dell'alimentazione, attraverso lo studio di Alimentazione e Gastronomia (a livello universitario) e Alimentazione Energetica (Dietetica in Medicina Tradizionale Cinese). Il mio sogno? Poterci avviare verso una Consapevolezza, ovvero la via per ritrovare noi stessi, per vivere in armonia con la natura, imparando ad essere artefici della nostra vita e del nostro destino. Per essere in salute, liberi, felici.