Altri due elementi importanti per il nostro organismo sono il Sodio e il Cloro. Sono macrolementi, quindi contenuti in quantità rilevante nel nostro organismo (dell’ordine di grammi) e sono elettroliti, ovvero elementi che si trovano nei liquidi del corpo (come sangue, urine ecc) sotto forma di ioni (se questi ioni sono positivi si chiameranno cationi se negativi anioni).

Sodio Catione

Il sodio (catione) è un metallo alcalino che si trova in abbondanza nei nostri tessuti, per la metà nei liquidi extracellulari (quindi nel flusso sanguigno). La restante parte è distribuita tra liquidi intracellulari (citoplasma) e ossa.

Il sale è molto importante per la regolazione dei liquidi extracellulari, per la trasmissione degli impulsi nervosi e muscolari, per l’equilibrio acido/base.

La nostra fonte di Sodio è il comune sale da cucina (Cloruro di Sodio). Fermo restando che sarebbe opportuno preferire il sale marino integrale, non raffinato, che non contiene solo Cloruro di Sodio, ma anche altri minerali, principalmente di origine animale.

Alimenti di origine animale sono ricchi di sodio, mentre quelli di origine vegetale hanno bassi contenuti di sodio.

Ricordiamo che, secondo le Linee Guida dell’Organizzazione Mondiale per la Sanità, gli adulti dovrebbero consumare meno di 2.000 mg di sodio (5 grammi di sale) ed almeno 3.510 mg di potassio al giorno. Circa il 65% delle persone ingerisce ogni giorno circa il doppio del massimo del sodio ammesso. Di questo sodio, solo il 20% viene dal condimento, mentre l’80% lo troviamo negli alimenti che consumiamo (principalmente i prodotti industriali, ma anche i formaggi stagionati).

Consideriamo, oltretutto che i processi di trasformazione alimentare riducono la quantità di potassio negli alimenti. Per cui, vanno a scompensare il corretto rapporto Sodio/Potassio, alla base del nostro equilibrio.

Di seguito le conseguenze derivanti da un eccesso di sodio nella nostra alimentazione (Fonte: G.Piccoli, nefrologo)

  • Facilita la comparsa (e l’aggrava se è presente) dell’ipertensione arteriosa, con conseguenti danni cardiocircolatori.
  • Favorisce gli edemi (ritenzione idrica).
  • Favorisce e aggrava i danni renali.
  • Negli ipertesi riduce l’effetto dei farmaci ipotensivi provocando resistenza a questi farmaci.
  • Favorisce l’ictus.
  • Favorisce l’ipertrofia cardiaca.
  • Favorisce l’osteoporosi.
  • Favorisce la calcolosi renale.
  • Favorisce sovrappeso e obesità. Infatti il cibo salato mette sete, e questo spinge molti giovani a bere bevande dolci.
  • Può aumentare il rischio di cancro allo stomaco.

Cloro Anione

Il Cloro è solitamente presente come ione cloruro. E’ in particolare il contro ione del Sodio (Na) e del Potassio (K) nei sali (Cloruro di Sodio e Cloruro di Potassio).

Il cloro, sotto forma di ione, è particolarmente abbondante a livello gastrico: per una corretta digestione infatti viene secreto (HCl, Acido Cloridrico).

La fonte principale di Cloro è il Cloruro di Sodio (sale da cucina).

 



Immagini prese dalla rete e RIMOVIBILI su semplice richiesta

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.


AIUTACI A SOSTENERE QUESTO SITO!
Se acquisti ingredienti o libri o altro sul sito Macrolibrarsi, puoi inserie il codice partner 5496 (fase 4 del carrello), ricambiando la condivisione delle informazioni divulgate sul sito. Puoi così aiutarmi a sostenere le spese del blog.
GRAZIE!


HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA ALIMENTARE?
Puoi richiederla a questo link .