“E l’antica amicizia, la gioia di essere cane e di essere uomo, 
tramutata in un solo animale che cammina muovendo sei zampe 
e una coda intrisa di rugiada." - Pablo Neruda

Il cane è il migliore amico dell’uomo da migliaia di anni, e ancora oggi per noi è un compagno di lavoro, di gioco e di avventure.

Nelle ultime decine di migliaia di anni ha avuto un ruolo fondamentale nel sostenere attivamente il progresso e l’evoluzione dell’intera razza umana. Proteggendo le attività e gli allevamenti, conducendo gli animali al pascolo, aiutando nella caccia. Oppure cercando i dispersi in montagna o trainando le slitte sulla neve in luoghi e stagioni dove i viaggi sono davvero difficili e pericolosi

Oltre a proteggere animali case e attività erano anche preziosi per trainare carretti per il trasporto di beni, dove altri animali non potevano arrivare. Come il latte, i formaggi e la carne lungo le mulattiere in Svizzera.

CANE e UOMO - Una antica collaborazione - Cane traina il carretto del lattaio

CANE e UOMO antica collaborazione – cane che traina il carretto del lattaio

Nessuno che ami la natura e gli animali è immune dal fascino di queste creature versatili e generose, che combinano forza, personalità, intelligenza e intraprendenza.

Il cane appartiene anche all’unica razza, oltre a quella umana, che è in grado di provare amore e creare un legame stretto con appartenenti ad un’altra specie oltre alla propria.

Viviamo in una società dove gli animali domestici sono veri componenti della famiglia. Meritano di vivere una vita appagante lunga e sana, in uno stato di benessere. Benessere adatto alla loro specie.

Cosa è esattamente il benessere animale?

Primo concetto importante: il benessere di un pesce rosso è differente da quello di un criceto, da quello di un cane, di un gatto, ma soprattutto da quello di un essere umano.

Il benessere del cane

L’etologia (la disciplina scientifica che studia il comportamento animale nel suo ambiente naturale) descrive il benessere come il raggiungimento dell’equilibrio fisico e psicologico ottimali di ogni specie in armonia con l’ambiente circostante.

Già nel 1954 Abraham Maslow aveva rappresentato, nella sua piramide, i bisogni principali dell’uomo, che ad oggi risultano “coincidere” con quelli dell’animale.

Piramide Maslow degli Animali

Piramide Maslow degli Animali

Partendo da questo concetto, il Brambell Report del 1965 ha stilato il primo rapporto sul benessere degli animali.

Le cinque libertà indispensabili al benessere animale

  • Libertà dalla fame e dalla sete – Sopravvivenza fisica
    Spetta a noi garantire una buona nutrizione ai nostri animali
  • Libertà dal disagio – Senso di sicurezza
    Che deriva dal vivere in un ambiente non appropriato
  • Libertà dal dolore, dalle ferite o dalle malattie – Benessere fisico
    Evitando di mettere a repentaglio la loro salute con un’alimentazione errata, esporli a pericoli e offrendo loro le cure adeguate in caso di necessità
  • Libertà di esprimere il comportamento normale per la propria specie – Possibilità di esprimersi
    Di abbaiare, di giocare, interagire con i propri simili o i membri della famiglia
  • Libertà dalla paura e dalla sofferenza mentale – Capacità di sentirsi compresi
    Garantita quando non sono usati metodi coercitivi per l’educazione o per correggere i comportamenti indesiderati

Quindi il benessere psicofisico richiede l’appagamento di precisi bisogni. Quando non vengono assicurati, è praticamente certo che si manifestino problemi comportamentali o di salute, spesso anche entrambi.

E’ nostra grande responsabilità rispettare il rapporto di fiducia che i nostri animali ci concedono.
Ricambiamo questa fiducia. Facciamo per loro le scelte giuste.
Il loro benessere è nelle nostre mani.

Prossimo appuntamento: Cani e dieta adatta alla specie

 

Lollipop dice la sua:
Lollipop The Queen il punto di vista del cane

Questhe sono le vere basih del BauNessere … ricordahtele:

Piramide di bau-slow vista dai cani

E non aggiungoh altro siu questo argohmento! 



Immagini prese dalla rete e RIMOVIBILI su semplice richiesta

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

EDUCATRICE CINOFILA per passione, istruttore sportivo di disc-dog e gioco col cane a scopo educativo, operatrice di PET-THERAPY con tre cani, oggi lavoro per pura passione, guidando i proprietari a comprendere il linguaggio fisico e i segnali emotivi dei loro cani. Perché capire la comunicazione e le esigenze dei cani di casa aiuta a creare una vera "relazione a sei zampe" serena e duratura. Pensare che quello che si ha davanti è "solo" un cane, un animale senza capacità cognitive e dalle emozioni limitate, è la base di tutti i problemi. Il cane è un essere sensibile e spesso molto intelligente, ha emozioni forti e durevoli, per questo la sua fedeltà è tanto leggendaria da farlo considerare il migliore amico dell’uomo. Tutti ormai sappiamo che il cibo è alla base di una buona salute fisica, e questo vale anche per i cani. Ma ancora troppo pochi proprietari sono consapevoli della stretta relazione che lega il cibo dato ai loro amici a quattro zampe alla comparsa di eventuali comportamenti problematici. Il cibo è salute, è vitale, anche per i nostri amici a quattro zampe!