Grani Antichi e Pasta Madre
Proprietà virtù ricette - Conoscere la salute per conservarla
Seguimi su telegram: https://t.me/cibodellasalute



Oggi è sempre più diffuso l’utilizzo zucchero di cocco, detto anche zucchero di palma da cocco. Questo ci fa ben comprendere quanto siamo dipendenti dal sapore dolce da dover cercar, in maniera quasi ossessiva, sostituti dello zucchero.

Dal punto di vista dell’impatto glicemico, lo zucchero di cocco può essere interessante in quanto contiene nutrienti e ha un basso indice glicemico (pari a 35). A differenza di quello dello zucchero che è circa 70.

Anche il suo sapore è abbastanza delicato. Ma è piuttosto dolce. Questo perché è costituito per il 70.85% da saccarosio (glucosio e fruttosio), il 3.00% da glucosio e il 2.92% da fruttosio.
Probabilmente è la presenza di ‘inulina che rallenta l’assorbimento del glucosio (questo potrebbe spiegare il basso indice glicemico).

Sicuramente è meglio dello zucchero.
Ma rimane un alto contenuto di fruttosio: per cui sarebbe bene utilizzarlo con moderazione.
Oltretutto, è anche un alimento tropicale, per cui andrebbe considerato l’impatto sull’ecosistema.



Immagini prese dalla rete e RIMOVIBILI su semplice richiesta

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.


AIUTACI A SOSTENERE QUESTO SITO!
Se acquisti ingredienti o libri o altro sul sito Macrolibrarsi, puoi inserie il codice partner 5496 (fase 4 del carrello), ricambiando la condivisione delle informazioni divulgate sul sito. Puoi così aiutarmi a sostenere le spese del blog.
GRAZIE!


HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA ALIMENTARE?
Puoi richiederla a questo link .