Grani Antichi e Pasta Madre
Proprietà virtù ricette - Conoscere la salute per conservarla
Seguimi su telegram: https://t.me/cibodellasalute



Conoscete il grano saraceno? A dispetto del nome, non ha nulla a che vedere con il grano. Appartiene infatti alla famiglia delle Poligonacee (piante erbacee come il rabarbaro). 

Il grano saraceno non contiene glutine, ha un basso indice glicemico e … magia della magia (in particolare per chi pensa che le proteine provengano solo dalla carne!) contiene gli otto amminoacidi essenziali in proporzione ottimale.
Gli amminoacidi sono i mattoncini in cui vengono scomposte le proteine e che ci consentono, poi, di costruire le strutture del nostro corpo. Essenziali sono quelli amminoacidi che il nostro corpo non è in grado di sintetizzare da sé e che si devono assumere attraverso il nostro cibo.

Il grano saraceno è ricco di minerali importanti come calcio, ferro, magnesio, fosforo, zinco, di vitamine del gruppo B e di vitamina E.
E’ ricco di rutina e quercetina, con proprietà antiossidante, antifiammatoria. Ha azione cardioprotettiva. Ha la capacità di abbassare l’ipertensione sanguigna.

Tra le proprietà del Grano Saraceno c’è quella di generare calore nel corpo e di conferire energia e vigore, specie in inverno.
Non è un caso che la natura ce lo rende disponibile nelle regioni fredde. Proviamo a mangiare una zuppa con grano saraceno e sentiremo il calore che ci fornisce!

Questo “cereale” è collegato ai Reni, l’organo energetico nel quale è conservata la nostra energia vitale. Contribuisce dunque ad darci vitalità, e ci aiuta, inoltre, ad eliminare i liquidi in eccesso.

Ed ora veniamo alla nostra pasta frolla. Questa è realizzata senza uova, burro, latte. E anche senza glutine. E, chiaramente, senza zucchero. Qui, per dolcificare, abbiamo utilizzato il succo di mela e l’uvetta.

Ingredienti

  • 200 gr di farina di grano saraceno
  • 100 gr di farina di riso integrale (si può provare anche con un mix di farine: riso integrale, miglio, mais)
  • 100 gr di mandorle tostate macinate
  • 1/2 bustina di agente lievitante con cremor tartaro
  • scorza grattugiata di un limone
  • 4 cucchiai di uvetta
  • 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva spremuto a freddo
  • 1 o 2 mele
  • un pizzico di sale marino integrale
  • cannella (qb)
  • succo di mela (senza zucchero!) (qb)
  • confettura di mirtilli senza zucchero

Procedimento

Unite la farina di riso integrale e quella di grano saraceno con il cremor tartaro, e mescolate bene. Io ho prodotto queste farine macinando riso integrale e grano saraceno nel nostro mulino a pietra.

Aggiungete il sale, le mandorle, la cannella, la buccia di limone, l’uvetta.

Pulite la mela (potete anche lasciare la buccia, specie se è bio!) e tagliatela a spicchi (versateci su un po’ di succo di limone per non farla annerire).

Unite l’olio e il succo di mela, fino ad ottenere un composto omogeneo e lavorabile. Fatelo riposare per circa 30 minuti. Quindi, distendetelo (aiutandovi con un mattarello) fino ad arrivare ad no spessore di circa mezzo centimetro e disponetelo in una tortiera. Distribuire la confettura di mirtilli, quindi le mele (precedentemente tagliate).

crostataInfornare a 180° per circa 30  minuti (dipende dai forni).

Buon appetito!

 



Immagini prese dalla rete e RIMOVIBILI su semplice richiesta

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.


AIUTACI A SOSTENERE QUESTO SITO!
Se acquisti ingredienti o libri o altro sul sito Macrolibrarsi, puoi inserie il codice partner 5496 (fase 4 del carrello), ricambiando la condivisione delle informazioni divulgate sul sito. Puoi così aiutarmi a sostenere le spese del blog.
GRAZIE!


HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA ALIMENTARE?
Puoi richiederla a questo link .