Da un po’ di tempo sono comparse sui banchetti dei negozi le farine di legumi. In realtà già da anni siamo abituati alla farina di ceci e alla classica farinata, ma di recente possiamo trovare senza difficoltà anche la farina di piselli, di lenticchie o di fagioli. Con questa ricetta potrete creare sfiziosi cracker da arricchire con erbe aromatiche, semi di vario genere e spezie di vostro gradimento. La ricetta richiede un po’ di pazienza per via dei tempi di raffreddamento ma è estremamente semplice.

Ingredienti 

  • 150 gr di farina di piselli
  • 600 ml  di acqua
  • sale marino integrale
  • semi di sesamo e di zucca q.b.
  • erbe aromatiche a piacere

Procedimento
Mettere l’acqua in una casseruola capiente e stemperare la farina di piselli con un colino. Aggiungere il sale e con una frusta continuare a girare mentre portate a bollore. Cuocere per circa 10 minuti (continuando a girare).

Versare il composto su una teglia ricoperta da carta da forno e livellare con l’aiuto di un coltello inumidito (non preoccupatevi della forma, perché verrà modellata quando sarà completamente fredda). Lasciare intiepidire fino a che il composto non risulti più appiccicoso.

Quando il composto sarà ben sodo o comunque lavorabile con le mani, aggiustate lo spessore e i lati con l’aiuto di un secondo foglio di carta da forno e di un mattarello (vedi foto).

Cospargere con un po’ sale, i semi di sesamo, di zucca e le erbe aromatiche e pressare leggermente con le mani in modo da fissare i semini e le erbe nel composto.

Con un coltello tagliare il composto a quadrotti (vedi foto).

Infornare a 200 gradi per circa 30 minuti, oppure fino a quando i quadrotti non saranno leggermente dorati.

Togliere dal forno e girare i cracker in modo che si asciughino bene e rimangano croccanti.



Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Sono diventata vegetariana dal 2002 e da allora ho iniziato ad interessarmi di alimentazione seguendo i corsi di cucina macrobiotica alla Cascina Rosa ed a La Sana Gola di Milano. Cerco di cucinare in modo naturale, ho eliminato lo zucchero ed in generale tutti i prodotti raffinati. Scelgo frutta e verdura di stagione e possibilmente a km zero, che acquisto nei mercati rionali o direttamente nelle cascine, dove oltre alla qualità dei prodotti ho riscoperto il perduto calore dei rapporti umani.