Quando ho abbandonato l’uso degli ingredienti raffinati, fare un dolce senza zucchero e senz farina 00 sembrava un’impresa quasi impossibile. Ora non ci penso due volte: apro la credenza, prendo frutta secca e non, frutta essiccata, qualche cereale e qualche aroma e i risultati quasi mai deludono.

Per questa ricetta ho fatto un composto a base di castagne e pere caramellate che ho ricoperto con nocciole e cioccolato. Per dare la forma rettangolare ho utilizzato una pirofila 24×12 cm, ma per comodità potrete anche riempire delle ciotoline o dei bicchierini.

E’ un dolce velocissimo e facilissimo che potrete personalizzare aggiungendo e togliendo gli ingredienti in modo da adattarlo ai vostri gusti!

Ingredienti (per circa 6-8 porzioni)

  • 450 gr di castagne fresche cotte
  • 2 pere
  • 1 cucchiaio di malto di orzo
  • 80 gr di nocciole
  • 150 gr di cioccolato fondente
  • cannella

Procedimento

Tagliate a pezzetti le castagne e cuocetele per una decina di minuti con un filo di acqua fino a che non si sfaldino (aggiungete l’acqua piano piano per evitare di metterne troppa). La consistenza deve essere come quella delle patate cotte.

Nel frattempo pulite e tagliate le pere a cubetti di circa 1 cm. Mettetele a cuocere in una padella a fiamma moderata per 6-8 minuti. Aggiungete il cucchiaio di malto e continuate a cuocere facendo caramellare le pere.

In una ciotola capiente mettete le castagne e riducetele a purè con una forchetta. Aggiungete le pere caramellate, una spolverata di cannella e mescolate per bene.

Mettete il composto in una pirofila rivestita con della carta da forno e livellate bene con una spatola.

Sciogliete il cioccolato a bagno maria e riducete le nocciole a granella grossolana.

Completate il dolce con uno strato di granella di nocciole e ricoprite con il cioccolato fuso (se preferite, potrete aggiungere qualche cucchiaio di acqua al cioccolato e mescolare bene. In questo modo quando si raffredderà risulterà più morbido. Se preferite invece che rimanga croccante non aggiungete nulla).



Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Sono diventata vegetariana dal 2002 e da allora ho iniziato ad interessarmi di alimentazione seguendo i corsi di cucina macrobiotica alla Cascina Rosa ed a La Sana Gola di Milano. Cerco di cucinare in modo naturale, ho eliminato lo zucchero ed in generale tutti i prodotti raffinati. Scelgo frutta e verdura di stagione e possibilmente a km zero, che acquisto nei mercati rionali o direttamente nelle cascine, dove oltre alla qualità dei prodotti ho riscoperto il perduto calore dei rapporti umani.