A volte capita di sentirsi un po’ stanchi e spossati e la causa per alcuni potrebbe essere legata a livelli bassi di ferro. Se anche voi avete bisogno di un bel carico di ferro, ecco che Madre Natura viene in vostro soccorso offrendovi ortaggi e legumi ricchissimi di sali minerali. In particolare per il ferro sulla vostra tavola non dovranno mancare lenticchie e barbabietole rosse. Se invece non avete problemi di ferro, questa potrebbe essere una bella zuppa da gustare in queste fredde serate invernali!

Ingredienti (per 3-4 persone)

  • 4 barbabietole rosse medie
  • 200 gr di lenticchie
  • 1 scalogno medio
  • spezie tipo curry
  • sale marino integrale, olio evo

Procedimento

Pulire lo scalogno, tagliarlo a fettine e farlo rosolare in una casseruola con un filo di olio evo. Abbassare la fiamma, aggiungere le spezie (in base ai gusti) e lasciare insaporire a fiamma bassa per 5-7 min.

Nel frattempo lavare bene le lenticchie e aggiungerle allo scalogno. Aggiungere acqua fino ad un dito abbondante sopra le lenticchie, portare a bollore, poi abbassare la fiamma al minimo e coprire con un coperchio. Le lenticchie dovranno cuocere per circa 40 min (fate comunque riferimento ai tempi sulla confezione).

Pulire bene le barbabietole rosse e tagliarle a cubetti piccoli. A metà cottura delle lenticchie, aggiungere i cubetti di barbabietola e completare la cottura (i cubetti di barbabietola cuociono in circa 15-20 min).

Quando le lenticchie saranno morbide, aggiustare di sale ed eventualmente aggiungete un po’ di spezie.



Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Sono diventata vegetariana dal 2002 e da allora ho iniziato ad interessarmi di alimentazione seguendo i corsi di cucina macrobiotica alla Cascina Rosa ed a La Sana Gola di Milano. Cerco di cucinare in modo naturale, ho eliminato lo zucchero ed in generale tutti i prodotti raffinati. Scelgo frutta e verdura di stagione e possibilmente a km zero, che acquisto nei mercati rionali o direttamente nelle cascine, dove oltre alla qualità dei prodotti ho riscoperto il perduto calore dei rapporti umani.