Spesso si fa confusione tra i termini Folati e Acido Folico.
Ho letto blog (spesso si fanno operazioni di copia e incolla senza verificare quello che si sta facendo) in cui veniva riportato che un alimento è ricco di Vitamine del Gruppo B e di Acido folico. Che vuol dire?

Quando si parla di acido folico e folati ci si riferisce ad una vitamina del gruppo B: per la precisione la vitamina B9.

C’è però una differenza.

Per FOLATI si intende la vitamina nella sua forma NATURALE: quindi naturalmente presente negli alimenti.

Con il termine ACIDO FOLICO, si intende la forma sintetica dei folati (forma ossidata), ovvero prodotta in laboratorio. E’ quello che troviamo negli integratori o alimenti per così dire “fortificati”.

I termini “folico”, “folato” derivano dal latino “folium“, che significa foglia. Non è un caso che le verdure a foglia siano tra le migliori fonti alimentari di folati.

Quindi, diremo che tali alimenti contengono FOLATI. Non acido folico, che, come abbiamo visto, è un prodotto di sintesi.

Alimenti naturalmente ricchi di folati sono quindi le verdure a foglia verde (spinaci, cicoria, lattuga, broccoli, asparagi). Ma anche legumi (piselli e fagioli), frutta (kiwi, ad esempio) e frutta secca (noci e mandorle ad esempio).

Abbiamo bisogno di un apporto costante di Vitamina B9 per ripristinare le scorte, considerando che è una vitamina piuttosto termolabile (sensibile al calore, ma anche alla luce, aria, acidità).

La B9 è essenziale per la sintesi del DNA e delle proteine e per la formazione dell’emoglobina. Essenziale nella prevenzione di alcune malformazioni congenite, particolarmente di quelle a carico del tubo neurale.



Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decido di cambiare vita per ritrovare me stessa. Lascio la carriera per tornare alla natura, ad una vita semplice. Intraprendo quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo successivamente i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica, in Italia e all'estero. Per migliorare le tecniche di cucina, seguo i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine, ho collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Ho fondato questo blog http://www.ilcibodellasalute.com allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Cuoca (insieme a mio marito Claudio Grazioli) e Docente di Alimentare Naturale Macrobiotica e MTC presso l'Associazione Chicco di Riso, gestisco (insieme a Claudio) il B&B Il B&B Il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduco corsi teorici e pratici su tutto il territorio nazionale (e anche all'estero), fornendo suggerimenti e ricette sull'alimentazione, allo scopo di sensibilizzazione e promuovere la cultura del cibo sano e della sostenibilità ambientale. Cerco di approfondire costantemente le tematiche dell'alimentazione, attraverso lo studio di Alimentazione e Gastronomia (a livello universitario: sto studiando per diventare anche Nutrizionista) e Alimentazione Energetica (Dietetica in Medicina Tradizionale Cinese). Il mio sogno? Poterci avviare verso una Consapevolezza, ovvero la via per ritrovare noi stessi, per vivere in armonia con la natura, imparando ad essere artefici della nostra vita e del nostro destino. Per essere in salute, liberi, felici.