Le sostanze antiossidanti sono molto importanti per difenderci dai tumori, perché permettono di proteggerci dai radicali liberi, che sono delle sostanze molto ossidanti che si formano nel nostro normale metabolismo, e sono talmente forti che possono danneggiare il nostro DNA. Infatti chi mangia frutta e verdura si ammala meno di cancro in generale.

E’ bene assumere gli antiossidanti che ci servono solo dai cibi, cioè dalla grande varietà di verdure e frutta che offre ogni stagione.

Non ha particolare senso assumere integratori di una o poche di queste sostanze (resveratrolo del vino rosso, licopene dei pomodori, curcumina della curcuma, isoflavoni della soia, solforafano delle crocifere, tricina del riso integrale, catechine del tè verde, idrossitirosolo dell’olio di oliva, quercetina delle cipolle e delle mele, fisetina delle fragole, antocianine dei mirtilli, acido ellagico dei lamponi…), meglio una dieta varia, che approfitti di tutta la varietà di verdure delle differenti stagioni, così siamo sicuri che non ci manchi niente e che non abbiamo troppo di qualcosa (Soare A et al., 2014 Aging 6:149; Yoshino J et al., 2012 Cell Metabolism 16:658; Rizza W et al., 2013 Ageing Research Reviews 13C:38). [Fonte LaGrandeVia.it di Franco Berrino].

Gli antiossidanti sono sostanze in grado di neutralizzare i radicali liberi, ovvero prodotti di “scarto” che si formano naturalmente all’interno delle cellule del corpo quando l’ossigeno viene utilizzato nei processi metabolici per produrre energia (ossidazione). Questi radicali liberi sono in grado di  stimolare l’apoptosi, un processo mediante il quale le cellule danneggiate si suicidano, anche per evitare di diventare cancerose, per evitare di indurre malattie auto-immuni. Quindi, se sono in quantità minima, aiutano il sistema immunitario nell’eliminazione dei germi e nella difesa dai batteri.

Con il consumo di una grande varietà di vegetali (cereali integrali, verdure, frutta) siamo sicuri di assumere le sostanze antiossidanti né troppo poche, e soprattutto di assumerle nel cocktail giusto di migliaia di sostanze che la natura ha voluto mettere nei cibi.

Antiossidanti nei malati di cancro?

In caso di patologie tumorali sarebbe bene lasciare un po’ liberi questi radicali, visto che i radicali liberi consentono alle cellule tumorali di suicidarsi (apoptosi).

Dosi eccessive di antiossidanti potrebbero impedire nelle cellule tumorali una sufficiente concentrazione di radicali liberi necessari per realizzare il programma di suicidio cellulare, e favorire lo sviluppo di tumori o ostacolare l’azione delle terapie antitumorali

Quindi non prendiamo degli integratori di sostanze antiossidanti e non esageriamo nemmeno con centrifugati ed estratti di frutta e verdura che ci permettono di mangiare 10 o 15 frutti che non mangeresti mai perché saziano, mentre la roba liquida non sazia. Quindi non esageriamo. Va bene mangiare la verdura e la frutta, ma senza esagerare con le quantità.

Di seguito un video del Prof. Franco Berrino.



Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decido di cambiare vita per ritrovare me stessa. Lascio la carriera per tornare alla natura, ad una vita semplice. Intraprendo quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo successivamente i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica, in Italia e all'estero. Per migliorare le tecniche di cucina, seguo i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine, ho collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Ho fondato questo blog http://www.ilcibodellasalute.com allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Esperta di cucina macro-mediterranea, cucino (insieme a mio marito Claudio Grazioli) ed offro supporto per chi voglia migliorare il proprio benessere attraverso l'alimentazione. Sono Docente di Alimentare Naturale Macrobiotica e MTC presso l'Associazione Chicco di Riso, gestisco (insieme a Claudio) il B&B biologico Il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduco corsi teorici e pratici su tutto il territorio nazionale (e anche all'estero), fornendo suggerimenti e ricette sull'alimentazione, divulgando uno stile di vita sano e gustoso, allo scopo di sensibilizzare e promuovere la cultura del cibo sano e della sostenibilità ambientale. Cerco di approfondire costantemente le tematiche dell'alimentazione, attraverso lo studio di Alimentazione e Gastronomia (a livello universitario) e Alimentazione Energetica (Dietetica in Medicina Tradizionale Cinese). Il mio sogno? Poterci avviare verso una Consapevolezza, ovvero la via per ritrovare noi stessi, per vivere in armonia con la natura, imparando ad essere artefici della nostra vita e del nostro destino. Per essere in salute, liberi, felici.