”Se non mangi carne, da dove prendi le proteine?”
Quante volte avete sentito questa domanda?!?

Personalmente non mangio carne… Può capitare eccezionalmente. Assicurandomi che sia carne NON da allevamenti intensivi.

Si parla spesso di allevamenti intensivi. Si fanno campagne, raccolte firme per farli chiudere…

Penso che l’azione migliore, il miglior sabotaggio che possiamo fare, è EVITARE CIBI (non solo carne rossa, ma anche pollo, latte e derivati) che provengano da allevamenti intensivi.

Questo per svariati motivi: perché sono tra le cause principali dell’inquinamento. Per lo sfruttamento del suolo e l’ingente consumo di acqua. Perché gli animali vengono alimentati con cibo (generalmente mais e soia OGM) che potrebbe essere utilizzato per sfamare popolazioni (che muoiono di fame). E questi animali si ammalano pure che non è cibo adatto a loro (parlo delle mucche ad esempio).
E, non tralasciamo, anche per la barbarie con con cui vengono trattati gli animali.

Insomma, le motivazioni sono a 360°!

Ma torniamo alle proteine: sono in molti a pensare che le proteine siano solo nei prodotti animali, in particolare nella carne.

Mi ricordo quando ero più giovane (togliamo anche il più). Mio cugino, tra l’altro medico, continuava a ripetermi l’importanza di mangiare “proteine” animali, perché sono diverse da quelle vegetali.

Premesso che noi non mangiamo proteine (o carboidrati ecc), ma mangiamo cibo, vi è un errore di fondo (o di ignoranza) nella valutazione di questi macronutrienti.

Le proteine ANIMALI NON sono differenti da quelle VEGETALI.
E’ importante sapere infatti che le proteine, per poter essere utilizzate dal nostro organismo, vengono “digerite” e trasformate in AMMINOACIDI, che sono i mattoncini che non utilizziamo per sintetizzare altri AA o proteine, ecc.

Ciò che è importante è assumere, attraverso la nostra alimentazione, tutti gli amminoacidi ESSENZIALI (ovvero quelli che il nostro organismo non riesce a sintetizzare).

Da cui, il concetto di VALORE BIOLOGICO delle PROTEINE. Sono ad ALTO valore biologico le proteine che ci forniscono tutti gli AA essenziali (quindi le proteine contenute nei cibi animali) in quantità adeguata.

Cereali e legumi sono a MEDIO valore biologico. Questo perché i legumi sono poveri di un aminoacido essenziale chiamato metionina, e i cereali invece dell’aminoacido lisina.

In scienza della nutrizione c’è un criterio che si chiama COMPLEMENTAZIONE: ovvero mangiando cereali e legumi possiamo complementare le carenze reciproche e assumere tutti gli aminoacidi essenziali di cui abbiamo bisogno.

Per cui, le proteine di CEREALI INTEGRALI E LEGUMI insieme diventeranno ad ALTO VALORE BIOLOGICO.
Senza temere carenze.

Tranquilli!!! Il problema di oggi è da ricercare negli eccessi. Mangiamo troppe proteine, specie i bambini (che arrivano anche al doppio o al triplo delle proteine di cui hanno bisogno). Ed è proprio questo che ci sta portando a seri problemi di salute.

Sia nostra. Sia dell’ambiente.



Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decido di cambiare vita per ritrovare me stessa. Lascio la carriera per tornare alla natura, ad una vita semplice. Intraprendo quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo successivamente i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica, in Italia e all'estero. Per migliorare le tecniche di cucina, seguo i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine e Medicina da Mangiare, ho collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Ho fondato questo blog http://www.ilcibodellasalute.com allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Cuoca (insieme a mio marito Claudio Grazioli) e Docente di Alimentare Naturale Macrobiotica e MTC presso l'Associazione Chicco di Riso, gestisco (insieme a Claudio) il B&B Il B&B Il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduco corsi teorici e pratici su tutto il territorio nazionale (e anche all'estero), fornendo suggerimenti e ricette sull'alimentazione, allo scopo di sensibilizzazione e promuovere la cultura del cibo sano e della sostenibilità ambientale. Cerco di approfondire costantemente le tematiche dell'alimentazione, attraverso lo studio di Alimentazione e Gastronomia (a livello universitario: sto studiando per diventare anche Nutrizionista) e Alimentazione Energetica (Dietetica in Medicina Tradizionale Cinese). Il mio sogno? Poterci avviare verso una Consapevolezza, ovvero la via per ritrovare noi stessi, per vivere in armonia con la natura, imparando ad essere artefici della nostra vita e del nostro destino. Per essere in salute, liberi, felici.