Qual è la dieta più adatta per le patologie -ite?
No al glutine e si alla pancetta?
CERTO CHE NO!!!

Non lasciamoci ingannare dalle diete pseudo palio che demonizzano cibi che l’essere umano ha mangiato per millenni.
Piuttosto, chiediamoci. Se per millenni abbiamo mangiato cereali con il glutine e non si soffriva di colon irritabile, come mai oggi questa patologia è così diffusa?

Forse perché

  1. Si mangia troppo ZUCCHERO
  2. Si mangiano troppi cibi RAFFINATI
  3. Si mangia TROPPA CARNE (compresa la pancetta), che contiene ferro con effetto pro infiammatorio
  4. Si assume una quantità eccessiva di omega6, rispetto agli omega3 (con effetto pro infiammatorio)
  5. I cereali con il glutine che mangiamo ora non sono quelli che si mangiavano un tempo. Ecco arrivati al punto.

Un tempo i grani erano diversi, non erano stati modificati con raggi X, come quelli assunti oggi. Nulla di peggio della Manitoba!!

Non è un caso, che se anche un soggetto con sensibilità al glutine NON CELIACA (NGCS) mangiasse il farro, lo tollererebbe. Proprio perché il farro è un “cosiddetto GRANO ANTICO”.

Quindi, no! Il punto non è eliminare il glutine! Ma scegliere quello NON modificato.

Vi sono ricerche, del resto, che confermano che l’utilizzo di grani antichi è utile anche in caso di COLON IRRITABILE.

I grani antichi hanno effetti benefici sulla colesterolemia, sullo stato infiammatorio, sui danni ossidativi alle membrane cellulari, sulla funzionalità intestinale. 👇
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3458827/
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4260112/

Ciò che è importante è seguire una dieta antinfiammatoria, che tenga conto dei punti 1,…5.

Quindi se c’è da dire no, diciamolo alla PANCETTA!
Che alla nostra pancia non piace AFFATTO!!!–



Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decido di cambiare vita per ritrovare me stessa. Lascio la carriera per tornare alla natura, ad una vita semplice. Intraprendo quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo successivamente i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica, in Italia e all'estero. Per migliorare le tecniche di cucina, seguo i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine, ho collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Ho fondato questo blog http://www.ilcibodellasalute.com allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Esperta di cucina macro-mediterranea, cucino (insieme a mio marito Claudio Grazioli) ed offro supporto per chi voglia migliorare il proprio benessere attraverso l'alimentazione. Sono Docente di Alimentare Naturale Macrobiotica e MTC presso l'Associazione Chicco di Riso, gestisco (insieme a Claudio) il B&B biologico Il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduco corsi teorici e pratici su tutto il territorio nazionale (e anche all'estero), fornendo suggerimenti e ricette sull'alimentazione, divulgando uno stile di vita sano e gustoso, allo scopo di sensibilizzare e promuovere la cultura del cibo sano e della sostenibilità ambientale. Cerco di approfondire costantemente le tematiche dell'alimentazione, attraverso lo studio di Alimentazione e Gastronomia (a livello universitario) e Alimentazione Energetica (Dietetica in Medicina Tradizionale Cinese). Il mio sogno? Poterci avviare verso una Consapevolezza, ovvero la via per ritrovare noi stessi, per vivere in armonia con la natura, imparando ad essere artefici della nostra vita e del nostro destino. Per essere in salute, liberi, felici.