Nonostante il nome faccia immaginare il contrario, il Grano Saraceno non è un grano. E’ un cereale appartenente alla famiglia delle Poligonacee (piante erbacee come il rabarbaro).

Si distingue per l’elevato valore biologico delle sue proteine: contiene tutti gli amminoacidi essenziali in proporzione ottimale, a differenza per esempio, dei cereali che contengono poca lisina (i cereali andrebbero di fatto, uniti ai legumi per avere l’apporto completo).

E’ un alimento altamente equilibrato, saziante e ricco di minerali importanti come calcio, ferro, magnesio, fosforo, zinco e di vitamine del gruppo B e di vitamina E.

E’ digeribile, previene diverse patologie del sistema cardiovascolare e contiene antiossidanti, utili per contrastare i radicali liberi. E’ ricco di Vitamina P (o rutina) che ha la proprietà di  conservare l’elasticità dei tessuti dei vasi sanguigni: utile in tutte le applicazioni in cui ci sia necessità di rafforzare i vasi sanguigni, come ad esempio in caso di varici, edemi, emorroidi e per prevenire gli infarti. Il grano saraceno può essere di aiuto anche in caso di ipertensione  e arteriosclerosi e per eliminare i liquidi in eccesso.

Tra le proprietà del Grano Saraceno c’è quella di conferire energia e vigore fisico.

Ecco che la Macrobiotica lo associa all’energia dei Reni, dove accumuliamo la nostra forza vitale e dove alberga il nostro Io, la nostra volontà. “Alcune raccomandazioni classiche della tradizione macrobiotica hanno recentemente trovato conferma della utilità di azuki e grano saraceno per proteggere il rene in sperimentazioni animali e in sperimentazioni cliniche sull’uomo. Una sperimentazione clinica in diabetici ha mostrato che il consumo di grano saraceno riduce il rapporto albumina/creatinina nelle urine, riduce l’azoto ureico nel sangue e migliora il profilo lipidico. “

Sembra avere un’azione rivitalizzante sui reni, cuore e ghiandole sessuali. Ha proprietà diuretiche.  “La quercitrina del saraceno ha attività anti-infiammatoria e immunosopressiva. In esperimenti animali in cui si induce insufficienza renale con resezione parziale del rene, il grano saraceno attiva le difese anti-radicali liberi e migliora la funzionalità renale” (Franco Berrino).

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese, il  grano saraceno ha una natura fresca e purifica  il calore. Ha effetto diuretico, drena l’umidità, rafforza Milza  (che teme l’umidità: attraverso la diuresi possiamo eliminare umidità), elimina stasi di cibo, aiutando la digestione.

Molto interessante anche la sua proprietà di dissolvere i tan (accumulo denso che si manifesta come muco, catarro, gonfiore, ecc. Sono un errore del metabolismo dei liquidi e ostacolano il buon funzionamento di Milza-Pancreas, Polmone, oltre che il libero fluire dell’energia. Le patologie tumorali sono uno squilibrio patologico che può iniziare con una formazione graduale di tan, che rallentano la circolazione).

Il grano saraceno è privo di glutine, quindi è adatto per i soggetti celiaci.

 



Immagini prese dalla rete e RIMOVIBILI su semplice richiesta

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una prima laurea in Scienze dell’Informazione e dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decide di cambiare vita per ritrovare se stessa. Intraprende quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica. Fonda il sito IlCibodellaSalute.com, allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Segue i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Consegue una seconda laurea in Scienze dell’Alimentazione e Gastronomia. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine, ha collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Gestisce il B&B il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduce corsi teorici e pratici di cucina e alimentazione.