Da quando il Coronavirus è diventato argomento di massa, in rete c’è chi ha associato il virus anche ad una birra.

Erano circolate false notizie relative al fatto che anche gli animali domestici contribuirebbero alla diffusione del virus. Al che, i proprietari hanno iniziato a gettare cani e gatti dalle finestre delle loro case.

Questo ci fa ben comprendere che il vero virus è nella nostra testa. Siamo ad un livello di follia che ci conduce a chiederci se siamo ancora del genere homo… per di più sapiens.

Ora, come ha affermato Vincenzo D’Anna, presidente dell’ordine nazionale dei biologi “Il Coronavirus non è più grave o più mortale di una influenza… Le persone decedute erano ottuagenari, o persone già malate, di cancro o con malattie croniche di tipo cardio-respiratorio. Avrebbe potuto ucciderle anche un virus influenzale”.

Ciononostante, si sono avute strane “reazioni avverse”. Scene di panico. Abbiamo assistito all’assalto ai supermercati per “sopravvivere” a questa pandemia mondiale facendo scorta di pizze surgelate, merendine e vari prodotti industriali.

Forse perché ci si occupa della salute?
Oppure per una forma di isteria collettiva?

Se fosse vera la prima, certamente ci saremmo occupati di cambiare il nostro stile di vita. Non avremmo svuotato i supermercati di ogni genere industriale (quelli che incidono anche negativamente sulla nostra salute).

Se ci importasse realmente della salute saremmo stati anche in grado di ridurre malattie NON trasmissibili come quelle cardiocircolatorie, che hanno un tasso di mortalità ben più alto.
Ricordiamo che le malattie cardiovascolari sono tra le principali cause di morbosità, invalidità e mortalità. Rappresentano ancora la principale causa di morte nel nostro paese, essendo responsabili del 44% di tutti i decessi.

Se ci fosse stato realmente questo interesse, la gente sarebbe stata più responsabile. E i governatori avrebbero fatto serie campagne di sensibilizzazione. Magari mettendo in “quarantena” il cibo trash.

Sembrerebbe quasi più semplice invece lasciarsi perdere da psicosi. Alimentata anche da chi, dall’alto del proprio piedistallo di competenza, ha cercato di smentire anche le posizioni di professionisti del settore. Sono nati anche libri in cui si parla di virus e peste. Ma c’è modo e modo per costruire la propria fama.

“Bisognerebbe parlare alla gente in maniera meno catastrofica e più pacatamente. Il panico è peggiore della malattia. La borsa ieri ha bruciato circa quaranta miliardi di euro. È tutto fermo, tutto paralizzato, per un virus che è poco più di un virus influenzale”. Afferma sempre Vincenzo D’Anna.

Del resto… è solo un’influenza, come ci ricorda l’OMS. https://cdn.onb.it/2020/02/quotidiano_nazionale.jpeg

A proposito, l’OMS offre corsi di approfondimento. Della durata di 3 ore.

Sarebbe utile seguirli, specie prima di condividere i vari post dei tuttologi della nuova era.

https://openwho.org/courses/introduction-to-ncov
https://www.who.int/health-topics/coronavirus

Ricette di Cucina Consapevole. Macrobiotica e Salute



Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decido di cambiare vita per ritrovare me stessa. Lascio la carriera per tornare alla natura, ad una vita semplice. Intraprendo quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo successivamente i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica, in Italia e all'estero. Per migliorare le tecniche di cucina, seguo i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Per approfondire le tematiche di Alimentazione, mi iscrivo all'università (Corso di Laurea in Scienze dell'Alimentazione e Gastronomia). Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine, ho collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Ho fondato questo blog http://www.ilcibodellasalute.com allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Esperta di cucina macro-mediterranea, cucino (insieme a mio marito Claudio Grazioli) ed offro supporto per chi voglia migliorare il proprio benessere attraverso l'alimentazione. Sono Docente di Alimentare Naturale Macrobiotica e MTC presso l'Associazione Chicco di Riso, gestisco (insieme a Claudio) il B&B biologico Il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduco corsi teorici e pratici su tutto il territorio nazionale (e anche all'estero), fornendo suggerimenti e ricette sull'alimentazione, divulgando uno stile di vita sano e gustoso, allo scopo di sensibilizzare e promuovere la cultura del cibo sano e della sostenibilità ambientale. Cerco di approfondire anche le tematiche di Alimentazione Energetica (Dietetica in Medicina Tradizionale Cinese). Il mio sogno? Poterci avviare verso una Consapevolezza, ovvero la via per ritrovare noi stessi, per vivere in armonia con la natura, imparando ad essere artefici della nostra vita e del nostro destino. Per essere in salute, liberi, felici.