Eliminare alcuni alimenti dalla nostra dieta vuol dire aumentare il rischio di non assumere tutti i nutrienti essenziali.

E questo può comportare anche negative sulle ossa.

Secondo secondo uno studio pubblicato su BMC Medicine, questo tipo di alimentazione può aumentare del 43% il rischio di fratture.

Da un altro studio pubblicato su Nutrients emerge che densità delle ossa dei vegani risulta essere sempre inferiore rispetto a quella degli onnivori. 

Appare ragionevole ipotizzare che ciò sia dovuto, ad un’assunzione non sufficiente di alcune sostanze attraverso la dieta, con un conseguente effetto di indebolimento delle ossa. 

Il suggerimento è sempre quello di seguire una dieta mediterranea (quella vera), equilibrata e completa, basata prevalentemente, ma non esclusivamente su cibo vegetale, con cereali non industrialmente raffinati, verdura (non le patate), legumi e frutta (compresa quella oleosa).



Immagini prese dalla rete e RIMOVIBILI su semplice richiesta

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.


AIUTACI A SOSTENERE QUESTO SITO!
Se acquisti ingredienti o libri o altro sul sito Macrolibrarsi, puoi inserie il codice partner 5496 (fase 4 del carrello), ricambiando la condivisione delle informazioni divulgate sul sito. Puoi così aiutarmi a sostenere le spese del blog.
GRAZIE!


HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA ALIMENTARE?
Puoi richiederla a questo link .