Vedere ricette di dolci dietetici “per non eccedere con le calorie e mantenersi in  salute” mi fa veramente rabbrividire.

Mi chiedo come possa essere “dietetico” un preparato a base di fecola di patate, farina raffinata, lievito chimico, surrogati industriali dello zucchero…

La salute non è solo questione di calorie: si basa su un ritorno a cibo semplice, ingredienti naturali. Oltretutto, oramai sappiamo che non sono le calorie che ci fanno ingrassare. Ma un eccesso di prodotti industriali e un eccesso di proteine nella nostra alimentazione.

Per dieta si intende uno stile di vita: che possa essere consapevole e ci possa portare ad interrogarci sull’origine e sulla qualità del cibo che introduciamo. Un cibo che non nutre solo il nostro corpo, ma anche il nostro spirito, le nostre emozioni.

Ci ammaliamo sempre di più perché ci siamo allontanati dalla natura. E se tornassimo ad un approccio più semplice, più in linea con quello che è più adatto alla nostra fisiologia?

Non abbiamo bisogno di zucchero, ma neppure di surrogati prodotti in laboratorio, che di fatto potrebbero essere anche peggio dello zucchero.

I dolcificanti artificiali (come ad esempio quelli che contengono saccarina) non apportano calorie, ma, alterando la nostra flora batterica (oggigiorno si conosce sempre di più l’importanza del microbiota intestinale), fanno aumentare la glicemia, diventando possibile causa dell’insorgenza del diabete.

Mangiare male vuol dire predisporsi a malattie degenerative: glicemia alta, ipertensione arteriosa, trigliceridi alti, obesità sono alcune delle condizioni che definiscono la sindrome metabolica, che può essere terreno fertile per altre malattie come diabete, malattie cardiovascolari, infarto e ictus cerebrale, Alzheimer, osteoartrite, statosi non alcolica, … tumore.

I dolcificanti a minimo contenuto calorico (classici ZERO calorie) favoriscono la Sindrome Metabolica (ricordiamo che anche l’eccesso di proteine la favorisce).

Basterebbe, del resto abituarsi a sapori meno dolci. Tornare a dolci sani e semplici della nostra tradizione mediterranea (quando oltretutto non erano diffuse le problematiche odierne di obesità e le malattie degenerative). Mele e mandorle ad esempio. Oppure prugne e nocciole. Soddisfare il nostro desiderio di dolce in modo equilibrato.

Una dolcezza che può nutrirci nel profondo.

Diffidiamo dunque da chi ci propone ricette dolci per mantenersi in salute.  Verifichiamo sempre gli ingredienti. Che siano sani e naturali.

Ora più che mai i mezzi per informarci non mancano.
Ora più che mai possiamo essere consapevoli.
Ora più che mai possiamo scegliere di essere liberi.
Ora più che mai possiamo riprendere in mano la nostra salute.

Dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decido di cambiare vita per ri-trovare me stessa. Lascio la carriera per tornare alla natura, ad una vita semplice. Intraprendo quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo successivamente i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica, in Italia e all'estero. Per migliorare le tecniche di cucina, seguo i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Collaboro attivamente con La Grande Via, l’associazione fondata dal Dottor Franco Berrino. Ho fondato questo blog IlCibodellaSalute.com allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Cuoca e Docente di Alimentare Naturale Macrobiotica e MTC presso l'Associazione Chicco di Riso, gestisco il B&B Il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduco corsi teorici e pratici su tutto il territorio nazionale (e anche all'estero). Il mio sogno? Poterci avviare verso una Consapevolezza, ovvero la via per ritrovare noi stessi, per vivere in armonia con la natura, imparando ad essere artefici della nostra vita e del nostro destino. Per essere in salute, liberi, felici. Questo il fine: far si che il messaggio diventi virale. Per un mondo migliore!