Grani Antichi e Pasta Madre
Proprietà virtù ricette - Conoscere la salute per conservarla
Seguimi su telegram: https://t.me/cibodellasalute




C’è chi ha visto troppi film… in particolare “Ritorno al futuro”…

E questo accade sui grani antichi, argomento sul quale c’è, da una parte ignoranza e dall’altra speculazione (per favorire i grandi marchi industriali).

Poi ci sono anche i pesudo esperti che fanno affermazioni senza alcuna base scientifica.

Grani Antichi

Vediamo intanto: cosa sono i Grani Antichi? Ovvero le varietà Antiche?
Per convenzione, si definiscono GRANI ANTICHI quei grani che non sono stati irrdadiati. Ovvero che non sono stati NANIZZATI.
(ove nanizzato vuol dire che il fusto è stato reso più basso).

E tra questi c’è ANCHE il grano SENATORE CAPPELLI: alto circa 1,80 mt.
A differenza dei grani moderni che si attestano sui 50 cm.

Nonostante sia molto giovane (il centenario è stato festeggiato nel 2015), il Senatore Cappelli è di fatto un grano antico.

La questione è che c’è chi fa decisamente confusione e perde il senso temporale degli eventi.

Correva l’anno 1974 quando il grano Senatore Cappelli fu bombardato con raggi X e si ottenne il CRESO, il precursore dei grani moderni.

Ed è così che il frumento da essere ad alto fusto (che causava allenamento e quindi si piegava facilmente sotto l’azione del vento e della pioggia) è stato “nanizzato”.

Fu così che la varietà Senatore Cappelli fu progressivamente abbandonata a favore di grani di taglia più bassa e più produttivi. Per essere poi recuperata da imprenditori agricoli biologici della Sicilia, delle Marche e di altre Regioni del Sud.

Quindi, la sequenza temporale è
Senatore Cappelli -> raggi X -> CRESO

E non certamente il contrario. A meno che qualcuno non abbia provveduto a modificare la linea temporale. Ma quella è fantascienza.

Per cui, quando parliamo di grani antichi possiamo includere anche la varietà Cappelli. Senza se e senza ma. Visto che non ha subito bombardamento alcuno.

Il Senatore Cappelli, come abbiamo detto, supera il metro di altezza. E si alletta facilmente. E lo possiamo vedere nei campi di Senatore Cappelli che hanno custodito il seme e se lo auto-ripoducono (coltivatori custodi).

Fermo restanto che le varietà antiche di grano sono tantissime. E la più antica è il monococco.

Suggerisco di visitare un produttore di grani antichi per vedere l’altezza dei fusti. Vi rendete conto della differenza.

Perchè a chiacchiere ognuno è bravo. Ma quando si fanno affermazioni che oltretutto possono screditare il lavoro, queste andrebbero verificate. Con evidenze scientifiche. Non con le opinioni che non hanno alcun valore…

Qui il Database delle varietà mutanti
👉 https://nucleus.iaea.org/sites/mvd/SitePages/Search.aspx?MVID=1105

Approfondimenti nel mio libro 📕
Grani antichi e pasta madre



Immagini prese dalla rete e RIMOVIBILI su semplice richiesta

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.


TI VA DI AIUTARMI A SOSTENERE QUESTO SITO?
Se acquisti ingredienti o libri o altro sul sito Macrolibrarsi, puoi inserie il codice partner 5496 (fase 4 del carrello), ricambiando la condivisione delle informazioni divulgate sul sito. In questo modo, puoi aiutarmi a sostenere le spese del blog.
GRAZIE!


HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA ALIMENTARE?
Puoi richiederla a questo link .