Spesso le pubblicità vogliono farci credere che si dovrebbe vivere in un ambiente asettico… peccato che siano proprio i microbi alla base della nostra salute.

Ci sono circa 5.000 specie di batteri che abitano il nostro corpo, e che, insieme, danno vita al MICROBIOTA, quell’organo alla base della nostra salute, le cui alterazioni possono influenzare lo sviluppo di malattie, allergie, obesità, patologie autoimmuni.

Il primo microbiota si forma già nella vita intrauterina; gran parte viene ereditato da quello della mamma, e sarà trasmesso attraverso la placenta.

Poi, durante il parto, la bocca del nascituro viene a contatto con la mucosa vaginale e con l’ano della mamma. Non è un caso che i bambini nati con parto cesareo sono più spesso colpiti da allergie rispetto a quelli nati in modo naturale, a causa di un ritardo nella maturazione del loro microbiota [1].

I bambini vengono successivamente a contatto con i microbi della pelle e della bocca (attraverso carezze e baci).

Importante è anche il latte materno: studi mostrano che nei bambini allattati al seno il rischio di obesità nei primi anni è ridotto del 15% rispetto ai bambini allattati artificialmente.

E’ fondamentale l’alimentazione durante la gravidanza e durante l’allattamento per favorire un microbiota favorevole. Così come sono importanti le scelte alimentari durante lo svezzamento e nei primi anni di vita del bambino.
Per proseguire, poi, nel corso di tutta la vita.

Ippocrate, padre della medicina, qualche secolo prima di Cristo, scrisse: “Le malattie non ci cadono addosso dal cielo; esse si sviluppano a causa degli errori che ogni giorno facciamo contro la natura… è dalla ripetizione di questi errori che nascono tutte le nostre malattie”.

Questa affermazione è decisamente attuale e l’epigenetica ce lo conferma. Fare prevenzione primaria significa imparare ad evitare questi errori.

Silvia Petruzzelli

[1] Jakobsson H. et al. Decreased gut microbiota diversity, delayed Bacteroidetes colonisation and reduced Th1 responses in infants delivered by caesarean section. Gut. 2014; 63(4):559-66.



Immagini prese dalla rete e RIMOVIBILI su semplice richiesta

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una prima laurea in Scienze dell’Informazione e dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decide di cambiare vita per ritrovare se stessa. Intraprende quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica. Fonda il sito IlCibodellaSalute.com, allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Segue i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Consegue una seconda laurea in Scienze dell’Alimentazione e Gastronomia. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine, ha collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Gestisce il B&B il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduce corsi teorici e pratici di cucina e alimentazione.