Domenica 17 gennaio 2016, alle ore 23:30, su speciale TG1 è anadato in onda “Veleni nel Piatto“, con interviste al Prof. Franco Berrino (Epidemiologo, già direttore dell’Istituto Tumori di Milano), la Dott.ssa Anna Villarini (Biologa dell’Alimentazione Istituto Tumori di Milano), il Prof. Antonello Paparella (microbiologo Università di Teramo).

Al centro della nostra tavola dovrebbe tornare l’alimentazione tradionale italiana: cereali, verdura, legumi, frutta. Un tempo, la carne veniva consumata occasionalmente, solo nei giorni di festa.

Basiamo la nostra alimentazione quotidiana prevalentemente su cibo di provenienza  vegetale non industrialmente raffinato. Evitiamo le bevande zuccherate, evitiamo le carni conservate, limitare le carni rosse.

Questa è la dieta mediterrane tradizionale, quella vera di una volta, non come si mangia oggi (che non ha nulla a che vedere con la Dieta Mediterranea!), specie nel sud Italia (come ci ricorda il prof. Berrino) dove si mangia peggio che nel nord. Franco Berrino ci ricorda quale debba essere “Il Cibo dell’Uomo” nel suo ultimo libro.

Ricordiamo che è la Quotidianeità che fa la differenza.

Impariamo a leggere le etichette alimentari: armiamoci di pazienza e di lente di ingrandimento! Gli ingredienti sono scritti in piccolo, non sempre chiari e molto spesso identificate con sigle incomprensibili. Ecco perché Michael Pollan ci suggeriva di desistere nell’acquisto qualora ci siano troppi ingredienti o parole che pensiamo che la nostra bisnonna non possa comprendere (o che noi stessi non comprendiamo).

Anche per la pasta è importante scegliere bene. Guardiamo il tipo di grano che è stato utilizzato. Preferiamo i grani antichi, ovvero quei grani non modificati genicamente, che hanno un contenuto di glutine più fisiologico. E sostituiamo la pasta bianca con quella integrale, di provenienza biologica.

Evitiamo le farine eccessivamente raffinate come la farina0 o, (peggio!) la farina00: fanno alzare velocemente la gliecemia nel sangue, ci ricorda la Dott. Villarini, e questo non è favorevole per la nostra salute.

La Farina00, oltretutto, è inutile che sia biologica. Infatti non contiene neppure il germe, dove solitamente rimangono i residui di pesticidi. Diversamente, è importante che la farina integrale sia di provenienza biologica.

Il prcesso teconologico non sempre è a favore della nostra salute. Così come non sempre è a favore della nostra economia locale.

Torniamo a riscoprire i grani antichi, come quelli che vengono coltivati, con passione, dai piccoli coltivatori che li stanno riscoprendo, valorizzando il territorio.

Nonostante l’ora tarda, il programma è stato il più visto della seconda serata di tutte le televisioni: 14,20% di share e 1.602.000 telespettatori.

Per vedere o rivedere la puntata di Veleni nel Piatto, potete fare click sul video sotto riportato.



Immagini prese dalla rete e RIMOVIBILI su semplice richiesta

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.


AIUTACI A SOSTENERE QUESTO SITO!
Se acquisti ingredienti o libri o altro sul sito Macrolibrarsi, puoi inserie il codice partner 5496 (fase 4 del carrello), ricambiando la condivisione delle informazioni divulgate sul sito. Puoi così aiutarmi a sostenere le spese del blog.
GRAZIE!


HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA ALIMENTARE?
Puoi richiederla a questo link .

Dopo una prima laurea in Scienze dell’Informazione e dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decide di cambiare vita. Intraprende quindi gli studi di Naturopatia, approfondendo i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica, frequentando anche l'Istituto Macrobiotico del Portogallo, fondato da Francisco Varatojo. Segue i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Crea il sito IlCibodellaSalute.com, allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Consegue una seconda laurea in Scienze dell’Alimentazione e Gastronomia, proseguendo con lo studio magistrale di Nutrizione Umana. 
Coautrice del libro Il Cibo della Gratitudine, ha collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Gestisce il B&B il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduce corsi teorici e pratici di cucina e alimentazione.