Premesso che un tumore è multifattoriale (il ruolo della mente è notevole… ecco perché è fondamentale lavorare sulla serenità d’animo, lasciar andare…), con la nostra alimentazione e stile di vita possiamo fare tanto per la prevenzione e quindi per la salute.
Del resto, come diceva Ippocrate:

“Tutte le malattie hanno origine nell’intestino”…

E nell’intestino c’è anche la nostra capacità di lasciar andare…

Seguire i dettami della macrobiotica purtroppo non vuol dire nulla. Visto che spesso è ossessione. E anche i grandi macrobiotici si sono ammalati di tumore…

Molto spesso si innescano meccanismi di frustrazione, repressione, ossessione che si possono somatizzare e ci possono far ammalare.
Ecco perché è FONDAMENTALE l’equilibrio.
Se la macrobiotica diventa estrema non va bene!
Se è ossessione non va bene!!
Non possiamo temere un pomodoro… e se ci capita di mangiarlo pensare di finire poi all’inferno. Anche se il pomodoro è rosso, non è Satana… non temete!
E non hanno senso affermazioni del tipo le uova sono troppo Yang… Ma Yang rispetto a cosa?
O pensare che se vi mangiate un gelato vi raffreddate all’istante

Esiste anche l’effetto: è la mente che lavora. Questo si che è troppo Yang: crea ristagno ed impedisce la trasformazione. Dunque, la vita!
Ricordiamo quanto sia importante la positività, la serenità d’animo. Essere liberi dai condizionamenti… talvolta gli stessi da cui cerchiamo di allontanarci.Il cibo che mangiamo è una scelta consapevole. Una forma di rispetto per noi stessi e per il pianeta. Ma è importante non rimanere intrappolati in una alimentazione che diventa un regime. In tal caso, la liberà viene meno…

Questo ovviamente, non vuol dire, come dicono certi oncologi, mangi quel che gli pare!
Bene seguire le raccomandazioni WCRF, ricordando che a nutrire i tumori è principalmente lo zucchero.

Ma bene anche ricordare che non siamo solo materia, ma corpo, mente e spirito…

Buona consapevolezza a tutti!


Immagini prese dalla rete e RIMOVIBILI su semplice richiesta

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una prima laurea in Scienze dell’Informazione e dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decide di cambiare vita per ritrovare se stessa. Intraprende quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica. Fonda il sito IlCibodellaSalute.com, allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Segue i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Consegue una seconda laurea in Scienze dell’Alimentazione e Gastronomia. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine, ha collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Gestisce il B&B il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduce corsi teorici e pratici di cucina e alimentazione.