A volte mi capita di trovare persone che, in maniera del tutto ingiustificata, si accanisce contro legumi e cereali. A loro avviso alla base dei nostri mali…

Che strano però! Per oltre 10.000 anni l’homo sapiens li ha mangiati… i cereali ci hanno consentito l’evoluzione… però non erano industrialmente raffinati…

Laddove cereali integrali, legumi, verdura e frutta è il cibo che l’Organizzazione Mondiale per la Sanità raccomanda che sia alla base della nostra dieta, in quanto benefico per la nostra salute. Qui alcuni studi 👇
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23089999
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12498630

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, un consumo adeguato di frutta e verdura può aiutarci a proteggerci dalle malattie cardiovascolari. Il suggerimento si riferisce ad almeno 5 pozioni al giorno. O quanto minimo 400 grammi: questa rappresenta la quantità minima per un menu salutare. Più precisamente: per un adulto si calcolano 150g di frutta, 50 gr di insalata, 200 gr di verdura.

A volte, a puntare il dito contro le verdure sono gli stessi medici: al corso di laurea in medicina non si studia alimentazione e non tutti hanno approfondito in modo adeguato. Ad esempio, dicono: faccia attenzione alle scorie! Questo in caso di diverticoli, una problematica che deriva per lo più da un’alimentazione priva di fibra. E si rischia dunque di alimentare la malattia.
Ci sono poi problematiche particolari, come le IBS (sindrome dell’intestino irritabile) per le quali le fibre non vanno escluse, ma limitate!!! Quindi, occorrono particolari accorgimenti, come ad esempio passare con un passaverdure, e fare attenzione a fibre lunghe.

Essendo il problema l’intestino, è necessario ripristinare il microbiota, contrastando la disbiosi.
E per farlo è necessaria una corretta alimentazione, una dieta antinfiammatoria.

Ricordiamo che, come diceva Ippocrate, tutte le malattie hanno origine nell’intestino!!!

Poi, c’è chi punta il dito contro cereali e legumi. E già perché ci sono le lectine. 🤕

Cosa sono le lectine?
Si tratta di proteine che si trovano in molti cibi vegetali. In particolare in cereali e legumi. Le lectine provocano dei danni al tessuto renale e vasale. Stimolano la produzione di citochine proinfiammatorie.

Peccato, però, che quello che non dicono (probabilmente perché non sanno) è che le lectine vengano denaturate con la cottura, fermentazione, germogliazione. Di fatto, è un comportamento tipico delle proteine: con la cottura perdono la loro struttura terziaria o quaternaria e quindi e ciò determina la perdita della sua funzione. Attenzione!!! Ciò non vuol dire che si perdono proteine! Perché la struttura primaria rimane, ovvero rimane la sequenza di amminoacidi che compongono la proteine.

Ciò detto, va precisato che i cereali integrali e i legumi non li mangiamo certo crudi!!!
Abbiamo scoperto il fuoco migliaia di anni fa: questo ha segnato una svolta nella nostra evoluzione culturale. Sarebbe un peccato tornare indietro…

Alla fine cosa succede?
Si crea tanta confusione, ossessione, paura e la gente non sa più cosa mangiare.

Tutto fa male e allora sai che facciamo? Andiamo al Mc… tanto prima o poi tutti dobbiamo morire…

Oppure seguiamo queste mode paleo, così, oltre ad arrecare danno alla nostra salute, arricchiamo le aziende che vendono integratori. E, oltretutto creiamo ingenti danni sull’ambiente. Visto che (oramai è risaputo)  gli allevamenti intensivi sono una delle principali cause dell’inquinamento.

E nel mentre, stiamo già morendo. Per vivere realmente la vita sarebbe utile essere iberi da condizionamenti, ossessioni e paure.
Libera da malattia.

Vivere vuol dire godere ogni momento della nostra vita senza essere costretti a prendere farmaci per sofferenze che spesso ci arrechiamo noi stessi!

Quindi?
Questi allarmismi sono contrari al buon senso e a quello che è naturale per l’essere umano.

Oltretutto, riflettiamo!
Come dicevamo basterebbe pensare che questo cibo vegetale lo abbiamo mangiato per millenni. E non c’erano le patologie che ci sono oggi.
Cosa è successo? Semplicemente ci siamo allontanati dalle raccomandazioni OMS, visto che oggi mangiamo prevalentemente cibi raffinato e tanta carne.

L’importanza dell’informazione
Essere informati è fondamentale. Ci impedisce di essere presi in giro e ci permette di orientarci nel mare di disinformazione oggi esistente.

Per essere informati: Ricette di Cucina Consapevole. Macrobiotica e Salute



Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decido di cambiare vita per ritrovare me stessa. Lascio la carriera per tornare alla natura, ad una vita semplice. Intraprendo quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo successivamente i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica, in Italia e all'estero. Per migliorare le tecniche di cucina, seguo i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine, ho collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Ho fondato questo blog http://www.ilcibodellasalute.com allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Esperta di cucina macro-mediterranea, cucino (insieme a mio marito Claudio Grazioli) ed offro supporto per chi voglia migliorare il proprio benessere attraverso l'alimentazione. Sono Docente di Alimentare Naturale Macrobiotica e MTC presso l'Associazione Chicco di Riso, gestisco (insieme a Claudio) il B&B biologico Il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduco corsi teorici e pratici su tutto il territorio nazionale (e anche all'estero), fornendo suggerimenti e ricette sull'alimentazione, divulgando uno stile di vita sano e gustoso, allo scopo di sensibilizzare e promuovere la cultura del cibo sano e della sostenibilità ambientale. Cerco di approfondire costantemente le tematiche dell'alimentazione, attraverso lo studio di Alimentazione e Gastronomia (a livello universitario) e Alimentazione Energetica (Dietetica in Medicina Tradizionale Cinese). Il mio sogno? Poterci avviare verso una Consapevolezza, ovvero la via per ritrovare noi stessi, per vivere in armonia con la natura, imparando ad essere artefici della nostra vita e del nostro destino. Per essere in salute, liberi, felici.