Cos’è un probiotico?

Si definiscono probiotici gli “organismi vivi che, somministrati in quantità adeguata, apportano un beneficio salutistico all’ospite”. In maggior parte sono batteri lattici (LAB) del genere Lactobacillus e Bidifobacterium. Questi poi vanno a popolare il nostro intestino (#microbiota intestinale).

Sono probiotici quei microrganismi in grado di sopravvivere nell’intestino e di superare l’acidità del tratto digerente. Sono prebiotici se non sono in grado di superare l’acidità del tratto digerente.

Cos’è lo Yogurt?

Lo yogurt è un latte fermentato acido prodotto con batteri lattici termofili, ovvero che si sviluppano a temperature superiori a quella umana (temperatura minima di 40°C. Ottimale 55-75°C).

I principali batteri lattici dello Yogurt sono  il Lactobacillus delbrueckii subsp. bulgaricus e S. thermophilus che, attraverso una fermentazione lattica, trasformano il lattosio in acido lattico (da cui il sapore acido).  Non sono probiotici perché non riescono a raggiungere l’intestino (non riescono a superare la barriera acida dello stomaco e dei sali biliari). Dunque, lo Yogurt non è un probiotico. A meno che non sia stati aggiunti batteri lattici probiotici come, ad esempio, il Lactobacillus casei, rhamnosus, acidoplhilus.

Questi microrganismi hanno anche attività proteolitica con produzione di peptidi (catene di amminoacidi a più basso peso molecolare rispetto alle proteine) e amminoacidi liberi, quindi maggiormente biodisponibli.

La consistenza vellutata dello yogurt dipende dalla presenza di sostanze vischiose prodotte dal Lactobacillus.

Proprietà Yogurt

Pur non essendo un probiotico (non di soli probiotici vive l’uomo!), lo yogurt ha interessanti proprietà

  • Contiene amminoacidi ad alto valore biologico (ovvero contiene tutti gli amminoacidi essenziali nella giusta quantità).
  • Ha proprietà prebiotiche grazie alla presenza di eteropolisaccaridi prodotti dai due batteri lattici utilizzati nella produzione
  • Riduce  l’intolleranza al lattosio
  • Migliora la risposta immunitaria

Ricetta

Nella foto, uno yogurt di capra, con kaki essiccati e crumble di grano saraceno e semi oleosi.



Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decido di cambiare vita per ritrovare me stessa. Lascio la carriera per tornare alla natura, ad una vita semplice. Intraprendo quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo successivamente i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica, in Italia e all'estero. Per migliorare le tecniche di cucina, seguo i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine, ho collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Ho fondato questo blog http://www.ilcibodellasalute.com allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Cuoca (insieme a mio marito Claudio Grazioli) e Docente di Alimentare Naturale Macrobiotica e MTC presso l'Associazione Chicco di Riso, gestisco (insieme a Claudio) il B&B Il B&B Il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduco corsi teorici e pratici su tutto il territorio nazionale (e anche all'estero), fornendo suggerimenti e ricette sull'alimentazione, allo scopo di sensibilizzazione e promuovere la cultura del cibo sano e della sostenibilità ambientale. Cerco di approfondire costantemente le tematiche dell'alimentazione, attraverso lo studio di Alimentazione e Gastronomia (a livello universitario: sto studiando per diventare anche Nutrizionista) e Alimentazione Energetica (Dietetica in Medicina Tradizionale Cinese). Il mio sogno? Poterci avviare verso una Consapevolezza, ovvero la via per ritrovare noi stessi, per vivere in armonia con la natura, imparando ad essere artefici della nostra vita e del nostro destino. Per essere in salute, liberi, felici.