Nel suo libro Contro lo Zucchero, Taubes considera alcuni dati oggettivi: negli ultimi trent’anni il tasso di obesità nel mondo è praticamente raddoppiato. Analogamente per l’incidenza del diabete (un tempo quasi sconosciuto).

Eppure, si continua ad additare i grassi. Gli zuccheri, del resto, forniscono solo calorie “vuote”. Non vengono dunque messi in correlazione con lo sviluppo di malattie degenerative.

Oltretutto, non conviene. Lo zucchero viene usato praticamente dappertutto dall’industria, che ha necessità di tutelare i propri interessi. “Business is business.” Ed ecco che si cerca anche di far fronte ai cali nelle vendite per manipolare la massa e convincere che lo zucchero è qualcosa di fantastico. Ci fornisce energia!

Verso la fine del ‘900, infatti, quando il consumo di zucchero era calato, “la Sugar Association (sponsorizzata da Coca-Cola, General Food, General Mills, Nabisco, PepsiCo, Mars, M&Ms e altre industrie), allarmata da questa diminuzione dei consumi, si rivolse a una prestigiosa agenzia di pubbliche relazioni (Carl Byoir & Ass.) perché plasmasse l’opinione pubblica e fugasse ogni dubbio sulla sicurezza dello zucchero. Il successo fu così clamoroso che ancora oggi l’industria raccoglie i frutti di quel gigantesco plagio culturale” (Fonte Il Fatto Alimentare).

Insomma, nonostante non abbiamo bisogno di zucchero (l’essere umano non lo ha mangiato per millenni), ci hanno fatto credere addirittura che “il cervello ha bisogno di zucchero”! Mi chiedo come abbiano fatto geni come Leonardo da Vinci… forse aveva viaggiato nel tempo e fatto scorta di bevande zuccherate…

Ci hanno fatto credere che i bambini non possano sopravvivere senza caramelle e dolcetti. E, di fatto, assistiamo sempre di più ad un incremento di obesità infantile.

Oggi il nemico principale si chiama Sindrome Metabolica. E per questo dobbiamo ringraziare principalmente l’industria che ci rende dolce ogni cosa. Zucchero, aumento di glicemia, infiammazione. Zucchero, aumento di insulina, accumulo di grasso, specie addominale.

Insomma, lo zucchero, che ci crediamo o no, è la la droga più diffusa al mondo. Ed è il peggior nemico della nostra salute.

Ma forse è vero: il nostro cervello ha bisogno di zucchero.
Altrimenti, come potremmo essere manipolati dal marketing?
 
Contro lo Zucchero
Processo al peggior nemico della salute (e della linea)


Immagini prese dalla rete e RIMOVIBILI su semplice richiesta

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una prima laurea in Scienze dell’Informazione e dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decide di cambiare vita per ritrovare se stessa. Intraprende quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica. Fonda il sito IlCibodellaSalute.com, allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Segue i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Consegue una seconda laurea in Scienze dell’Alimentazione e Gastronomia. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine, ha collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Gestisce il B&B il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduce corsi teorici e pratici di cucina e alimentazione.