E’ sconcertante quello che sta accadendo in questo periodo.

La comunicazione utilizzata durante l’epidemia ha alimentato meccanismi perversi di paura.

Sono stati comunicati messaggi destabilizzanti volti ad annientare la nostra facoltà cognitiva. Perché la paura di fatto ci impedisce di pensare. E ci rende facilmente gestibili e pilotabili.

Anche le comunicazioni del numero di decessi hanno poco senso. Sono numeri depauperati da dati importanti. E volutamente comunicati per incutere terrore.
Concentrando quindi il potere su fantomatici personaggi scientifici o addirittura su chi, in nome di un ruolo o di una divisa, si è sentito autorizzato a ledere la dignità e la libertà altrui.

Concedendo potere anche a chi, sentendosi un supereroe in una vita priva di senso, ha denunciato le azioni altrui. Ed è così che anche l’amore è diventato reato.

Non è solo lesa la nostra libertà. Ma anche la nostra dignità umana.

Dovremmo cercare di elevare il nostro spirito! E invece emergono sentimenti ignobili per l’essere umano. Quali rabbia, invidia, odio. Probabilmente derivante da una vita densa di frustrazione.

No, così non va… Diceva una canzone… Dovremmo vivere una vita che ci dia l’eternità… Perché la nostra anima è eterna. Il nostro corpo no!

Il nostro tempo su questa terra è limitato e non possiamo sprecarlo in questo modo. Non possiamo permettere di devastare le nostre menti e annientare ciò che rimane della nostra umanità.

Non siamo pedine in una scacchiera. Non possiamo farci pilotare anche nell’odio e nell’amore.

Certamente, è importante tutelare la salute. Ma se realmente fosse questo il fine, le istituzioni avrebbero dovuto agire già da tempo!

Contro l’inquinamento, gli allevamenti intensivi, contro il cibo spazzatura e tutto quello che da tempo immemore sta devastando la nostra salute.

Vogliamo difendere la salute? FACCIAMOLO!!!
Ma in modo serio e consapevole!!!



Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decido di cambiare vita per ritrovare me stessa. Lascio la carriera per tornare alla natura, ad una vita semplice. Intraprendo quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo successivamente i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica, in Italia e all'estero. Per migliorare le tecniche di cucina, seguo i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine, ho collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Ho fondato questo blog http://www.ilcibodellasalute.com allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Esperta di cucina macro-mediterranea, cucino (insieme a mio marito Claudio Grazioli) ed offro supporto per chi voglia migliorare il proprio benessere attraverso l'alimentazione. Sono Docente di Alimentare Naturale Macrobiotica e MTC presso l'Associazione Chicco di Riso, gestisco (insieme a Claudio) il B&B biologico Il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduco corsi teorici e pratici su tutto il territorio nazionale (e anche all'estero), fornendo suggerimenti e ricette sull'alimentazione, divulgando uno stile di vita sano e gustoso, allo scopo di sensibilizzare e promuovere la cultura del cibo sano e della sostenibilità ambientale. Cerco di approfondire costantemente le tematiche dell'alimentazione, attraverso lo studio di Alimentazione e Gastronomia (a livello universitario) e Alimentazione Energetica (Dietetica in Medicina Tradizionale Cinese). Il mio sogno? Poterci avviare verso una Consapevolezza, ovvero la via per ritrovare noi stessi, per vivere in armonia con la natura, imparando ad essere artefici della nostra vita e del nostro destino. Per essere in salute, liberi, felici.