Grasso è bello? Siamo sicuri?!? Sicuramente non è sano!

La prima raccomandazione del WCRF (Fondo Mondiale per la Ricerca sul Cancro) è quella di Mantenersi snelli per tutta la vita. Per sapere se il nostro peso è in un intervallo accettabile, bisognerebbe calcolare il BMI (ovvero l’Indice di massa corporea). In che modo? Basterebbe dividere il proprio peso (in kg) per la nostra altezza in metri elevata al quadrato. Il risultato di questa divisione dovrebbe essere un numero compreso tra 18,5 e 24,9 (questo secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità).

Purtroppo, l’obesità è sempre più dilagante, in particolare tra i bambini. Oltre un milione di bambini sono in  sovrappeso e quasi trecentomila obesi.

Secondo un rapporto sulla salute e il benessere dei giovani pubblicato dall’ufficio europeo dell’Oms (contenente dati raccolti nel 2013-2014 su ragazze e ragazzi di 11, 13 e 15 anni) più del 30% degli undicenni e dei tredicenni maschi è sovrappeso o obeso.
Per i quindicenni si attesta sopra il 25%.

I giovani in sovrappeso presentano un rischio maggiore (ben 5 volte) di sviluppare malattie autoimmuni e tra queste, in particolare, il diabete di tipo 1  (diabete insulinodipendente).

Il grasso in eccesso può creare squilibri al sistema immunitario, con il rischio che questo impazzisca (è questo il caso delle malattie autoimmuni, in cui anticorpi che aggrediscono l’organismo stesso in quanto viene erroneamente identificato come non-self).

La principale causa? Troppo zucchero e cibi raffinati, troppe proteine!

Un’alimentazione molto ricca di proteine, infatti, fa aumentare l’insulina che fa aumentare i fattori di crescita (l’IGF1), che favoriscono la proliferazione delle cellule del tessuto adiposo, che quindi è pronto a sviluppare una grande obesità se si mangerà troppo.

Oggi si mangiano troppe proteine, più del doppio di quelle necessarie!!!

Riduciamo dunque le proteine, sia quelle di origine animale sia quelle di origine vegetale. E non preoccupiamoci di non assumerne abbastanza! Se mangiamo cereali integrali e una piccola porzione di legumi siamo sicuri di assumere tutte le proteine di cui abbiamo bisogno!



Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decido di cambiare vita per ritrovare me stessa. Lascio la carriera per tornare alla natura, ad una vita semplice. Intraprendo quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo successivamente i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica, in Italia e all'estero. Per migliorare le tecniche di cucina, seguo i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine e Medicina da Mangiare, ho collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Ho fondato questo blog http://www.ilcibodellasalute.com allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Cuoca (insieme a mio marito Claudio Grazioli) e Docente di Alimentare Naturale Macrobiotica e MTC presso l'Associazione Chicco di Riso, gestisco (insieme a Claudio) il B&B Il B&B Il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduco corsi teorici e pratici su tutto il territorio nazionale (e anche all'estero), fornendo suggerimenti e ricette sull'alimentazione, allo scopo di sensibilizzazione e promuovere la cultura del cibo sano e della sostenibilità ambientale. Cerco di approfondire costantemente le tematiche dell'alimentazione, attraverso lo studio di Alimentazione e Gastronomia (a livello universitario: sto studiando per diventare anche Nutrizionista) e Alimentazione Energetica (Dietetica in Medicina Tradizionale Cinese). Il mio sogno? Poterci avviare verso una Consapevolezza, ovvero la via per ritrovare noi stessi, per vivere in armonia con la natura, imparando ad essere artefici della nostra vita e del nostro destino. Per essere in salute, liberi, felici.