Capita, quando si cucina, di perdersi ad ammirare con spirito di gratitudine, le meraviglie e i doni che ci offre la natura.

E questa ricetta può offrirci l’opportunità di cogliere questo incanto.

Prendete un cavolo cappuccio rosso e tagliatelo in orizzontale: scoprite i disegni che ha creato la natura sulle facce tagliate! Non è meraviglioso?

img_2809

Prendete poi una mela e tagliatela, sempre in orizzontale: vedrete che ci regalerà una sorpresa. E’ una piccola stella che farà splendere i nostri occhi.

Riuscire a cogliere queste sfumature è un po’ come tornare ad essere bambini: tornare ad osservare e osservarsi, meravigliarsi, apprezzare ciò che di bello c’è intorno a noi.

Cucinare è gioia, bellezza, gratitudine! E’ godere dei doni della natura e del miracolo della vita!

Torniamo al nostro cavolo cappuccio: tagliatelo a listarelle. Lo stesso fate per la mela.

In una pentola, versate un filo di olio extra vergine di oliva, lo fate scaldare un attimino e aggiungete il cavolo cappuccio. Salate (sale marino integrale) e girate per non far attaccare. Aggiungete la mela, e salate nuovamente. Non esagerate con il sale. Dopo qualche minuto di cottura, aggiungete un po’ di acidulato di umeboshi e di aceto di mele. Assaggiate e verificare se incontra il vostro gusto.

Il cavolo cappuccio non va cotto molto: deve rimanere croccante. A questo punto, è pronto per essere servito.

Ritrovate questo mio articolo nel libro Medicina da Mangiare.



Immagini prese dalla rete e RIMOVIBILI su semplice richiesta

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.


AIUTACI A SOSTENERE QUESTO SITO!
Se acquisti ingredienti o libri o altro sul sito Macrolibrarsi, puoi inserie il codice partner 5496 (fase 4 del carrello), ricambiando la condivisione delle informazioni divulgate sul sito. Puoi così aiutarmi a sostenere le spese del blog.
GRAZIE!


HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA ALIMENTARE?
Puoi richiederla a questo link .