Grani Antichi e Pasta Madre
Proprietà virtù ricette - Conoscere la salute per conservarla
Seguimi su telegram: https://t.me/cibodellasalute




Abbiamo avuto un po’ di giornate di sole…sembrava giunta la primavera e ho cercato di realizzare una ricetta che richiamasse i profumi e i colori di questa stagione di rinascita.

Ed ecco nato questo piatto gustosissimo dai sapori mediterranei.

Ingredienti:

  • riso integrale (1 tazza),
  • acqua (2 tazze),
  • sale marino integrale,
  • 1 cipolla,
  • olio di semi di sesamo spremuto a freddo (un cucchiaino),
  • capperi sotto sale,
  • olive,
  • pomodori secchi,
  • origano

Come si prepara: si cuoce il riso nell’acqua con un pizzico di sale in una pentola con coperchio. Da quando l’acqua bolle, si abbassa la fiamma al minimo (si può usare uno spargifiamma in ghisa) e si copre: da quel momento si contano circa 45 minuti (fino a riassorbimento dell’acqua). Si può usare un timer e…non è necessario guardare il riso mentre cuoce… Nel frattempo si può fare altro 😉

Mentre il riso cuoce prepariamo il nitukè di cipolla. Cos’è il nitukè? E’ un metodo di cottura della macrobiotica che permette di cucinare le verdure con pochissimo olio, esaltandone sapore ed energia vitale.

Vediamo come si fa.

Si puliscono le cipolle e si tagliano a mezzaluna. In una pentola (che abbia il suo coperchio) si versa un goccio di olio (ne basta un cucchiaino!), si fa scaldare e si aggiungono le cipolle tagliate. Ogni tanto si gira, evitando che si attacchi. In questo modo comincia il processo di “Yanghizzazione“. ovvero, le cipolle cominciano a perdere un pò di liquido (Yin). Quando la cipolla si sarà un po’ ammorbidita e sarà diventata più dorata, si aggiunge il sale, si abbassa la fiamma e si copre la pentola. Si cuoce quindi per circa 10-15 minuti. Ogni tanto controllare e girare per evitare che si attacchi.

A questo punto il nostro nitukè è pronto. Aggiungiamo i capperi (precedentemente sciacquati abbondantemente per rimuovere l’eccesso di sale), le olive (tagliuzzate se sono senza nocciolo, altrimenti intere), i pomodori secchi (ammollati e tagliati precedentemente a pezzetti), l’origano.

Quando il riso sarà pronto, lo togliamo dalla pentola, versandolo in un contenitore (meglio in legno) e unendolo al condimento preparato sopra.

Si può guarnire con del prezzemolo, semi di papavero. Io ho aggiunto dei fiori di acetosella rossa (si può anche mangiare: è diuretica e depurativa!) che avevo trovato in giardino.

Buon appetito!

Riso Integrale Rosa Marchetti

Voto medio su 5 recensioni: Da non perdere



Immagini prese dalla rete e RIMOVIBILI su semplice richiesta

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.


TI VA DI AIUTARMI A SOSTENERE QUESTO SITO?
Se acquisti ingredienti o libri o altro sul sito Macrolibrarsi, puoi inserie il codice partner 5496 (fase 4 del carrello), ricambiando la condivisione delle informazioni divulgate sul sito. In questo modo, puoi aiutarmi a sostenere le spese del blog.
GRAZIE!


HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA ALIMENTARE?
Puoi richiederla a questo link .