La dieta mediterranea, si sa, nasce in Campania.
Fu un americano, Ancel Keys, a scoprirla negli anni ’40 (quindi prima che la nostra alimentazione si “contaminasse”). Keys si rese conto che in Campania, diversamente da quanto avveniva in America, non vi erano casi di infarto.

Oggi, il paradosso è che la culla della dieta mediterranea risulta di fatto essere la regione con la maggior % di casi di obesità e sovrappeso.
Questo ci fa ben comprendere che è proprio nei posti dove era nata, che ora la dieta mediterranea risulta maggiormente bistrattata.

Zucchero, prodotti raffinati, tanta carne, ecc… tutto ciò che favorisce le patologie metaboliche. Dimenticando piatti sani della tradizione.

Scrissi una volta ad Emiliano, governatore della Puglia, chiedendogli se si potesse fare qualcosa per invertire questo trend che conduce alla malattia.

Son passati un po’ di anni e sto ancora aspettando una risposta. Evidentemente non c’è interesse.

Però ciascuno di noi può fare qualcosa.
Del resto, la nostra salute vale.



Immagini prese dalla rete e RIMOVIBILI su semplice richiesta

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una prima laurea in Scienze dell’Informazione e dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decide di cambiare vita per ritrovare se stessa. Intraprende quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica. Fonda il sito IlCibodellaSalute.com, allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Segue i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Consegue una seconda laurea in Scienze dell’Alimentazione e Gastronomia. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine, ha collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Gestisce il B&B il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduce corsi teorici e pratici di cucina e alimentazione.