Questo tirami(più)sù nasce dalla necessità di porre rimedio ad un errore. E devo dire che questo errore è stata una buona opportunità per realizzare questo magnifico tiramisù.

Avevo realizzato dei muffin al cacao. Li ho fatti in fretta: dovevo correre a Lucca. E, nel prepararli, avevo dimenticato l’olio nell’impasto. I muffin erano abbastanza buoni: avevo messo anche un po’ di mandorle tritate. Ma risultavano comunque un po’ secchi. Quindi che fare? Avrei potuto fare delle mini-sacker con composta di albicocche e una colata di cioccolato. Claudio mi ha dato il suggerimento del tiramisù. Così abbiamo fatto.

Ed ecco che con biscotti o un avanzo di muffin, unendo un magnifico prodotto che si chiama amasake: un dessert godurioso!!!

Cos’è l’Amasake? È una crema dolce ottenuta dalla fermentazione del cereale (riso dolce, miglio) con il fungo koji (Aspergillus oryzae), lo stesso usato per la produzione del miso. Questo dolcificante contiene prevalentemente maltosio (35%) e destrine, ma anche glucosio, sali minerali, fibre e vitamine del gruppo B.

L’amasake di riso integrale, oltretutto, oltre ad essere stra buona, ha un’azione lenitiva sulle sindromi IBD.

Ingredienti

  • muffin al cacao
  • amasake di riso integrale
  • caffè di cereali
  • budino al caffè di cereali
  • cacao in polvere

Procedimento

In un recipiente di vetro (con coperchio per poter essere conservato in frigo) ho distribuito (sul fondo) un po’ di confettura di albicocche. Ho tagliato in due i muffin (in orizzontale); li ho disposti, in maniera da occupare tutto lo spazio,  sopra la confettura e li ho inzuppati con caffè ai cereali.

amasake-di-riso-integrale-bio-crema-dolce-di-riso-270g-1amasariQuindi, li ho coperti con uno strato di amasake al riso (ho usato una confezione da 380gr, come quella qui accanto).

A questo punto, ho preparato un budino al caffè di cereali e l’ho versato su, formando lo strato superiore del tiramisù. Ho quindi spolverato con cacao in polvere e sparso dei pinoli a scopo decorativo.

Messo in frigo, il giorno dopo è spettacolare!

Ed ecco ora la ricetta dei

Ciocco muffin

Ingredienti

  • 300 gr di farina di farro (io ho macinato direttamente i chicchi nel mulino)
  • 150 gr di malto di riso
  • 80 gr di mandorle tostate e tritate (grossolanamente)
  • 30 ml di olio evo (quello che avevo dimenticato)
  • 40 gr di cacao amaro in polvere
  • 1 bustina di cremor tartaro
  • 150 ml di bevanda  di soia qb
  • 1 pizzico di sale marino integrale
  • cannella
  • vaniglia
  • 2 cucchiai di mirin (facoltativo)

Procedimento

Riunite tutti gli ingredienti solidi una ciotola, quindi aggiungete malto, (mirin), olio latte di soia fino ad ottenere un impasto cremoso, pur sempre consistente. Mescolate bene, in maniera energica, in maniera tale da inglobare aria nel composto (questo aiuterà la lievitazione).

Ungete gli stampini per muffin, riempiteli e infornate a 180° per circa 20 minuti. Quando si saranno freddati, potrete staccarli dagli stampini.

 



Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decido di cambiare vita per ritrovare me stessa. Lascio la carriera per tornare alla natura, ad una vita semplice. Intraprendo quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo successivamente i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica, in Italia e all'estero. Per migliorare le tecniche di cucina, seguo i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine, ho collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Ho fondato questo blog http://www.ilcibodellasalute.com allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Esperta di cucina macro-mediterranea, cucino (insieme a mio marito Claudio Grazioli) ed offro supporto per chi voglia migliorare il proprio benessere attraverso l'alimentazione. Sono Docente di Alimentare Naturale Macrobiotica e MTC presso l'Associazione Chicco di Riso, gestisco (insieme a Claudio) il B&B biologico Il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduco corsi teorici e pratici su tutto il territorio nazionale (e anche all'estero), fornendo suggerimenti e ricette sull'alimentazione, divulgando uno stile di vita sano e gustoso, allo scopo di sensibilizzare e promuovere la cultura del cibo sano e della sostenibilità ambientale. Cerco di approfondire costantemente le tematiche dell'alimentazione, attraverso lo studio di Alimentazione e Gastronomia (a livello universitario) e Alimentazione Energetica (Dietetica in Medicina Tradizionale Cinese). Il mio sogno? Poterci avviare verso una Consapevolezza, ovvero la via per ritrovare noi stessi, per vivere in armonia con la natura, imparando ad essere artefici della nostra vita e del nostro destino. Per essere in salute, liberi, felici.