Direi di no!!! A volte si fa un po’ di confusione. I semi di girasole sono ricchissimi di omega-6, già molto presenti nella nostra alimentazione e che favoriscono i processi infiammatori.

Gli omega 6, insieme agli omega 3, sono acidi grassi essenziali, per cui è necessario assumerli attraverso la nostra alimentazione. A partire da questi, il nostro organismo sintetizza gli eicosanoidi, sostanze coinvolte nella modulazione di processi importanti, come quello dell’infiammazione.
Questi eicosanoidi, entrambi fondamentali per il nostro organismo, vengono spesso distinti in eicosanoidi cattivi e buoni.

Quelli “cattivi”, sintetizzati a partire dagli omega 6, favoriscono la risposta infiammatoria, fondamentale ad esempio per difenderci da virus o a seguito di traumi. Sono importanti, ma in eccesso favoriscono l’infiammazione.

Quelli “buoni”, sintetizzati a partire dagli omega-3, al contrario, riducono l’infiammazione.

In definitiva, entrambi hanno un ruolo importante. Ma è bene che vi sia un apporto bilanciato tra omega 3 e omega 6. Il rapporto ideale omega 6:omega 3 dovrebbe essere 4:1.

Mentre oggigiorno questo rapporto è per la maggior parte pari a 13:1. Anche per via della considerevole presenza di carne e formaggi nella nostra alimentazione.



Immagini prese dalla rete e RIMOVIBILI su semplice richiesta

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una prima laurea in Scienze dell’Informazione e dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decide di cambiare vita per ritrovare se stessa. Intraprende quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica. Fonda il sito IlCibodellaSalute.com, allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Segue i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Consegue una seconda laurea in Scienze dell’Alimentazione e Gastronomia. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine, ha collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Gestisce il B&B il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduce corsi teorici e pratici di cucina e alimentazione.