✔️ Le patate sono bombe inesplose, ci ricorda Walter C. Willett professore di Epidemiologia e Nutrizione presso la Harvard School of Public Health.

Come lo zucchero, il riso bianco e il pane bianco, le patate fanno schizzare la glicemia…

Non a caso, sono tra i cibi associati ad un maggior incremento di peso corporeo… Per chi volesse approfondire dallo studio pubblicato su pubmed.

Eppure non sono raffinate, vi chiederete!! Questo dipende dalla struttura degli amidi: contengono una percentuale molto alta di amilopectine (amidi a struttura ramificata che sono più facilmente attaccabili dagli enzimi digestivi e quindi ad assorbimento più rapido).

Non a caso, le raccomandazioni OMS suggeriscono di basare l’alimentazione prevalentemente su cereali non industrialmente raffinati, verdure (non le patate), legumi e frutta (compresa quella oleosa).

Quindi, molta parsimonia, in particolare per chi ha necessità di mantenere bassa la glicemia.

Certo, è anche vero che alcuni contadini le mangiavano spesso e non ingrassavano. Ma loro facevano i contadini, per l’appunto, non gli impiegati. Ecco che riuscivano a tollerare il loro carico glicemico…

Ma ricordiamo anche che abbiamo cominciato a mangiarle nel XVII – XIX secolo, all’incirca 3 secoli dopo la scoperta dell’America (da cui provengono).



Immagini prese dalla rete e RIMOVIBILI su semplice richiesta

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.


AIUTACI A SOSTENERE QUESTO SITO!
Se acquisti ingredienti o libri o altro sul sito Macrolibrarsi, puoi inserie il codice partner 5496 (fase 4 del carrello), ricambiando la condivisione delle informazioni divulgate sul sito. Puoi così aiutarmi a sostenere le spese del blog.
GRAZIE!


HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA ALIMENTARE?
Puoi richiederla a questo link .