I tre mesi dell’estate danno ricchezza e crescita rigogliosa. I Qi di cielo e terra si uniscono e regalano ai diecimila esseri fioritura e frutti.
Va a letto tardi e alzati presto. Non saziarti del sole e non permettere rabbia. Sostieni la bellezza e completa la tua eleganza. Lascia scorrere il Qi come se quello che ami fosse all’esterno.
Questa è la corrispondenza con il Qi dell’estate e la via per nutrire la vita.

In estate l’energia si muove verso l’esterno. Questa stagione rappresenta il massimo dell’espansione. Il movimento del Qi possiamo definirlo come espansione illimitata.

Il solstizio d’estate è la massima espressione dell’estate, il momento in cui l’energia yang comincia a diminuire.

In Estate la natura influenza l’essere umano positivamente con l’energia del Fuoco. In questo periodo saremo più propensi ad attività del cuore: sentimenti, emozioni. Saremo più felici. Instaureremo più relazioni. Nel Fuoco tutto è in espansione: ecco perché l’incremento delle relazioni avviene più in estate che in inverno.

Se una persona d’estate sta bene, l’energia del Fuoco influenza positivamente l’energia dell’uomo. Se è vero il contrario, potrebbe esserci una disarmonia in relazione al movimento energetico Fuoco. Ad esempio, problemi di pressione (la circolazione è legata al Fuoco), eccessiva sudorazione (il sudore è il liquido del Fuoco), varici che peggiorano in estate (i vasi sanguigni sono collegati al fuoco), o anche squilibri a livello mentale (l’aspetto mentale, lo Shen, è legato al Fuoco), potrebbero essere segnali di squilibrio nell’ambito dell’Energia Fuoco. Come anche il non sopportare il calore, visto che questo è  l’energia cosmica collegata al Fuoco.

Insomma, in questo periodo tutto ci spinge all’apertura. Ecco che apriremo il cuore alla vita. Passeremo molto tempo all’aperto.

Dal punto di vista dell’alimentazione, bene contrastare il caldo eccessivo con con un po’ di freschezza in più, evitando comunque gli eccessi: quindi attenzione a cibi e bevande molto freddi.  Eviteremo cibi e cotture riscaldanti, come ad esempio le grigliate di carne, il cui rito (piuttosto innaturale) viene riservato all’estate.
Preferiremo piuttosto cibi che aiutano il movimento di uscita dell’Energia, aiutandoci a rinfrescare, come ad esempio gli aromi e le spezie.

Come metodi di cottura, preferiremo cotture veloci, con acqua. Marinature e più cibo crudo che in inverno.

Tutto è in superficie: il Qi manca negli organi interni. Quindi, anche la digestione sarà relativamente debole, poiché ha bisogno di molto Qi, molta energia: del  cosiddetto “fuoco digestivo”. Preferiremo quindi piatti più leggeri, composti con più verdure e meno cereali e legumi. Anche la scelta dei grassi sarà limitata, in particolare per quanto riguarda i grassi saturi. Considerando che anche alimenti freddi costano energia per poterli trasformare. Cibi freddi e pensanti metteranno a dura prova la Milza, il sistema funzionale che si occupa della digestione,  che dovrà lavorare pesantemente per poter trasformare, correndo il rischio che la digestione non avvenga correttamente, con la comparsa di eventuali sintomi come gonfiore, stanchezza, feci molli. Ecco perché, seppure faccia caldo, sarebbe comunque bene non esagerare con il cibo crudo o i cibi piuttosto raffreddanti in genere.

L’estate è la stagione del cuore. Apriamo il nostro Cuore dunque e godiamo appieno il miracolo di questa Stagione!
Adeguiamo anche la nostra alimentazione, per essere in sintonia con il nostro Cuore.

 

 

 

 



Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decido di cambiare vita per ritrovare me stessa. Lascio la carriera per tornare alla natura, ad una vita semplice. Intraprendo quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo successivamente i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica, in Italia e all'estero. Per migliorare le tecniche di cucina, seguo i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine, ho collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Ho fondato questo blog http://www.ilcibodellasalute.com allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Cuoca (insieme a mio marito Claudio Grazioli) e Docente di Alimentare Naturale Macrobiotica e MTC presso l'Associazione Chicco di Riso, gestisco (insieme a Claudio) il B&B Il B&B Il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduco corsi teorici e pratici su tutto il territorio nazionale (e anche all'estero), fornendo suggerimenti e ricette sull'alimentazione, allo scopo di sensibilizzazione e promuovere la cultura del cibo sano e della sostenibilità ambientale. Cerco di approfondire costantemente le tematiche dell'alimentazione, attraverso lo studio di Alimentazione e Gastronomia (a livello universitario: sto studiando per diventare anche Nutrizionista) e Alimentazione Energetica (Dietetica in Medicina Tradizionale Cinese). Il mio sogno? Poterci avviare verso una Consapevolezza, ovvero la via per ritrovare noi stessi, per vivere in armonia con la natura, imparando ad essere artefici della nostra vita e del nostro destino. Per essere in salute, liberi, felici.