Ma va… che non è vero!!!! Se così fosse non lo venderebbero, non ti pare? E poi, non sai che fa anche bene al cervello?

E’ così che risponderebbe la maggior parte delle persone.
Eppure lo zucchero uccide si! Dolcemente e subdolamente.

Ce lo confermano sempre più studi. In particolare, bisognerebbe fare attenzione alle bevande zuccherate.
Ma anche ai succhi di frutta (anche se 100% frutta).

Lo studio NutriNet-Santè, che ha coinvolto 101.257 persone (nel periodo 2009 e il 2017) ha valutato l’associazione tra il consumo di bevande zuccherate (compresi i succhi di frutta 100%, attenzione!!!) e il rischio di sviluppare un tumore.

Ha confermato quello che da tempo si sa ormai. Chiaramente per chi lo vuole sapere ed accettare, perché non sempre è semplice rinunciare ad una droga come lo zucchero.

Lo studio ha riportato che: “Un consumo più elevato di bevande zuccherate è associato ad un rischio di cancro complessivo e carcinoma mammario. Da notare che anche i succhi di frutta al 100% sono stati associati al rischio di cancro complessivo in questo studio”.

E’ possibile consultare questo studio dal sito del British medical Journal.

Già perché lo zucchero non è solo quello aggiunto! E non è solo quello che aggiungiamo noi, ma che aggiunge l’industria e che ritroviamo in molti prodotti industriali!

L’OMS parla di zuccheri liberi, ovvero, oltre a quelli aggiunti, anche quelli contenuti nel miele e nei succhi di frutta (quindi in forma libera).
Per vedere quanti zuccheri ci sono nei succhi di frutta, anche quello 100% sia beninteso, potete leggere questo articolo.

Diversi chiaramente sono gli zuccheri sotto forma di amido, che ritroviamo ad esempio, in pasta e pane (attenzione però a quello industriale dove generalmente c’è anche zucchero) oppure nel riso. Qui c’è l’amido dove le molecole di glucosio sono legate attraverso dei legami (quindi meno libere).
Però, dopo che l’amido è stato idrolizzato (scomposto in molecole di glucosio), può essere facilmente assimilabile se questo amido lo assumiamo sotto forma di un cereale raffinato, dove non c’è germe e non c’è fibra che ne rallentano l’assorbimento.
Ed ecco che ci farà aumentare i livelli di glucosio ematico e da qui anche, a lungo andare, un maggiore rischio di patologie.

Ecco perché è importante che i cereali siano integrali!

E i dolci? Facciamoli pure, ma con la frutta!!! Ma senza esagerare… Considerando che sarebbe anche bene abituarsi a sapori meno dolci…

Nel gruppo Ricette di Cucina Consapevole tante ricette e informazioni per vivere bene, sani e felici..



Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decido di cambiare vita per ritrovare me stessa. Lascio la carriera per tornare alla natura, ad una vita semplice. Intraprendo quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo successivamente i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica, in Italia e all'estero. Per migliorare le tecniche di cucina, seguo i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine, ho collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Ho fondato questo blog http://www.ilcibodellasalute.com allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Esperta di cucina macro-mediterranea, cucino (insieme a mio marito Claudio Grazioli) ed offro supporto per chi voglia migliorare il proprio benessere attraverso l'alimentazione. Sono Docente di Alimentare Naturale Macrobiotica e MTC presso l'Associazione Chicco di Riso, gestisco (insieme a Claudio) il B&B biologico Il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduco corsi teorici e pratici su tutto il territorio nazionale (e anche all'estero), fornendo suggerimenti e ricette sull'alimentazione, divulgando uno stile di vita sano e gustoso, allo scopo di sensibilizzare e promuovere la cultura del cibo sano e della sostenibilità ambientale. Cerco di approfondire costantemente le tematiche dell'alimentazione, attraverso lo studio di Alimentazione e Gastronomia (a livello universitario) e Alimentazione Energetica (Dietetica in Medicina Tradizionale Cinese). Il mio sogno? Poterci avviare verso una Consapevolezza, ovvero la via per ritrovare noi stessi, per vivere in armonia con la natura, imparando ad essere artefici della nostra vita e del nostro destino. Per essere in salute, liberi, felici.