Sapevate che durante la Seconda guerra mondiale, a seguito della BOMBA ATOMICA su Nagasaki, il dr. Akizuki, direttore del San Francesco Hospital di Nagasaki, salvò i suoi pazienti con un’alimentazione a base di miso ed alghe, oltre che riso integrale e ortaggi a radice?

In seguito fu dimostrato che il miso protegge dalle coliti da raggi i roditori sottoposti ad alte dosi di radiazioni.

E le alghe contengono una sostanza (in particolare le alghe brune, come kombu e arame) molto importante: l’acido alginico che ha proprietà CHELANTI.
Ovvero, l’acido alginico è in grado di legarsi alle sostanze tossiche (in particolare metalli pesanti come piombo, mercurio, cadmio) e sostanze inquinanti radioattive presenti nel nostro corpo e aiutarci ad eliminarle. Risultano quindi anche molto utili per coloro che vivono in ambienti particolarmente contaminati.

Le alghe sostengono il funzionamento della tiroide, favorendo la riduzione del peso corporeo, e svolgono una potente azione antiossidante contro i radicali liberi.
Prudenza però con la kombu (si veda articolo in fondo).

La presenza in esse di acidi grassi Omega 3 può inoltre agire con funzione antinfiammatoria e stimolante delle difese immunitarie.

Negli ecosistemi acquatici costituiscono la fonte primaria di materia organica per tutti gli altri organismi e contribuiscono a contenere l’innalzamento dei livelli di CO2 nell’atmosfera. Prelevano anche azoto e minerali trasportati dalle acque di provenienza urbana: un aiuto per mantenere pulito l’ambiente.

La alghe anticamente facevano parte della nostra cultura mediterranea, soprattutto nelle zone costiere.
Ancora oggi a Venezia ad esempio si serve un piatto tipico a base di alghe detto Lattuga di mare, mentre a Napoli c’è una tradizione antica che si chiama Zeppole ‘e pasta crisciuta.

Parliamo di alghe marine… chiaramente non quelle del ristorante cinese 😉

Per le ricette? Basterebbe aggiungere un pezzetto di wakame ad esempio alle preparazioni. Oppure preparare sushi con la nori… Qualche ricetta in: Ricette di Cucina Consapevole

Leggi l’articolo 👉 http://www.ilcibodellasalute.com/laiuto-viene-dal-cibo-le-alghe



Immagini prese dalla rete e RIMOVIBILI su semplice richiesta

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.


AIUTACI A SOSTENERE QUESTO SITO!
Se acquisti ingredienti o libri o altro sul sito Macrolibrarsi, puoi inserie il codice partner 5496 (fase 4 del carrello), ricambiando la condivisione delle informazioni divulgate sul sito. Puoi così aiutarmi a sostenere le spese del blog.
GRAZIE!


HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA ALIMENTARE?
Puoi richiederla a questo link .