l Miglio è un cereale molto antico ed è uno fra i cereali più nutrienti e digeribili.

Pur avendo una composizione simile al frumento, non contiene glutine ed è quindi adatto a chi è affetto dal morbo celiaco.

Ma i benefici di questo cereale dai piccoli chicchi gialli non si fermano qui: se ben masticato (come sempre andrebbe fatto con i cereali integrali) produce un ottimo effetto alcalinizzante, particolarmente indicato per chi soffre di acidità di stomaco. E’ considerato benefico per la milza.

E’ ricco di diversi minerali fondamentali, quali ferro, magnesio, fosforo, potassio, zinco, selenio, numerose vitamine del gruppo B, vitamine E e K, tanto amido quanto il grano. Contiene circa il 10% di proteine e solo il 3% di grassi.

In macrobiotica, il Miglio è associato alla Terra, il movimento energetico che consente tutte le trasformazioni. E’ infatti particolarmente indicato in caso di umidità,  candidosi (la candida infatti è un problema di umidità) e altre problematiche legate ad una disarmonia di Terra (come ad esempio il diabete).

E’ utile anche per armonizzare l’energia di Stomaco (che fisiologicamente è un’energia che va verso il basso): in caso di disarmonia queste energia sale, causando eruttazione, reflusso. Si tratta infatti di un cereale basico: quindi un ottimo cereale per gestire l’acidità.

Al contrario degli altri cereali, che sono abbastanza puliti per i quali non è sempre necessario il lavaggio,  il miglio (come anche la  quinoa)  va lavato accuratamente per rimuovere tracce di saponine presenti nei semi ed eliminare così il sapore particolarmente amaro che lo caratterizzerebbe (qualora non lo lavassimo).

La pratica del lavaggio è comunque interessante anche per entrare in contatto con il nostro cibo e, attraverso di esso, con noi stessi.

Un atto di amore e gratitudine verso gli alimenti che ci donano la vita.



Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decido di cambiare vita per ri-trovare me stessa. Lascio la carriera per tornare alla natura, ad una vita semplice. Intraprendo quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo successivamente i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica, in Italia e all'estero. Per migliorare le tecniche di cucina, seguo i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine e Medicina da Mangiare, collaboro attivamente con La Grande Via, l’associazione fondata dal Dottor Franco Berrino. Ho fondato questo blog IlCibodellaSalute.com allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Cuoca e Docente di Alimentare Naturale Macrobiotica e MTC presso l'Associazione Chicco di Riso, gestisco il B&B Il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduco corsi teorici e pratici su tutto il territorio nazionale (e anche all'estero). Cerco di approfondire costantemente le tematiche dell'alimentazione, attraverso lo studio di Alimentazione e Gastronomia (a livello universitario) e Alimentazione Energetica (Dietetica in Medicina Tradizionale Cinese). Il mio sogno? Poterci avviare verso una Consapevolezza, ovvero la via per ritrovare noi stessi, per vivere in armonia con la natura, imparando ad essere artefici della nostra vita e del nostro destino. Per essere in salute, liberi, felici. Questo il fine: far si che il messaggio diventi virale. Per un mondo migliore!