Navigando su internet si trovano proposte di torte che sono delle bombe… bombe di zuccheri ma non solo.

Cerchiamo di comprendere cosa sono gli zuccheri e la differenza tra zuccheri e farine raffinate, costituite da amidi (che non sono zuccheri, ma carboidrati complessi).

Generalmente si definiscono zuccheri i carboidrati semplici, come i monosaccaridi (ad esempio fruttosio e glucosio) e i disaccaridi (ad esempio il saccarosio e maltosio).

Bene fare attenzione allo zucchero (inteso come saccarosio, ovvero glucosio e fruttosio, ma anche surrogati dello stesso, come ad esempio sciroppo di glucosio fruttosio).

Considerando che nel saccarosio la parte probabilmente più critica non è tanto il glucosio (che ci  fa alzare la glicemia e quindi l’insulina portandoci successivamente ad una condizione di ipoglicemia ovvero fame di zuccheri), quanto il fruttosio che potrebbe interferire con il buon funzionamento dell’insulina.

Anche nella frutta ci sono zuccheri semplici come il fruttosio. Ma non vi è solo fruttosio, ma anche vitamine, che mitigano gli effetti del fruttosio. Bene comunque non esagerare.

Bene fare attenzione anche ad ingredienti come cereali industrialmente raffinati, come ad esempio le farine bianche, che, pur contenendo amidi (ovvero carboidrati complessi, quindi NON ZUCCHERI SEMPLICI), sono privi di germe e fibra, ovvero le componenti che ci permettono di rallentare l’assorbimento degli zuccheri a livello intestinale.

Considerando che questi cibi (zucchero e farine raffinate) creano sbalzi glicemici che tendono a creare dipendenza, possiamo scegliere di essere liberi. Ma questo non vuol dire sicuramente rinunciare ad un buon dolce. Possiamo auto-produrcelo con ingredienti di qualità, riducendo l’impatto glicemico.

Possiamo tornare ad un cibo semplice. Ovvero quello che l’essere umano ha sempre mangiato.
Cibo vero. Cibo vivo. Donatoci dalla natura. Non dall’industria.



Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decido di cambiare vita per ri-trovare me stessa. Lascio la carriera per tornare alla natura, ad una vita semplice. Intraprendo quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo successivamente i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica, in Italia e all'estero. Per migliorare le tecniche di cucina, seguo i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine e Medicina da Mangiare, collaboro attivamente con La Grande Via, l’associazione fondata dal Dottor Franco Berrino. Ho fondato questo blog IlCibodellaSalute.com allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Cuoca e Docente di Alimentare Naturale Macrobiotica e MTC presso l'Associazione Chicco di Riso, gestisco il B&B Il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduco corsi teorici e pratici su tutto il territorio nazionale (e anche all'estero). Cerco di approfondire costantemente le tematiche dell'alimentazione, attraverso lo studio di Alimentazione e Gastronomia (a livello universitario) e Alimentazione Energetica (Dietetica in Medicina Tradizionale Cinese). Il mio sogno? Poterci avviare verso una Consapevolezza, ovvero la via per ritrovare noi stessi, per vivere in armonia con la natura, imparando ad essere artefici della nostra vita e del nostro destino. Per essere in salute, liberi, felici. Questo il fine: far si che il messaggio diventi virale. Per un mondo migliore!