Innanzitutto essere consapevoli: scegliere il nostro cibo chiedendoci da dove viene e quali sono gli impatti sull’ambiente. Cibo preferibilmente locale, di stagione.

I principi di un’alimentazione bilanciata ce li ricorda l’OMS: PREVALENTEMENTE cereali integrali, verdure (non le patate), legumi e un po’ di frutta (compresa quella oleosa).

Prevalentemente, ma non esclusivamente vegetale.
E’ importante che nella nostra alimentazione ci siano anche cibi di origine animale. Scegliendo sempre in modo consapevole. Se fossero assenti questi alimenti, la nostra alimentazione non sarebbe bilanciata (perché non è completa) e di conseguenza neppure sana.
Utile quindi inserire, anche 2-3 volte a settimana, pesce, o uovo (di gallina felice). Saltuariamente anche qualche formaggio, con latte non proveniente da allevamenti intensivi ovviamente, ma da animali che mangiano il loro cibo (l’erba).
Se così non fosse, ci verrebbero a mancare dei nutrienti:
  1. Innanzitutto la Vitamina B12: la cui fonte è il cibo animale. Alla carenza di vitamina B12 possono essere associate patologie come Alzheimer, demenza, malattie mentali, perdita di memoria, affaticamento cronico, depressione, sclerosi multipla, autismo... oltre che anemia, malattie cardiovascolari…
    Bassi livelli di vitamina B12 possono causare seri danni neurologici, anche irreversibili.
  2. In parte la Vitamina D che  sintetizziamo principalmente dal sole. Ma che possiamo “integrare” anche attraverso il nostro cibo: il pesce grasso è una buona fonte di vitamina D. Questa Vitamina è importante non solo per le ossa. Ricordiamo di tenerla sempre sotto controllo.
  3. Acidi Grassi semi essenziali omega-3 DHA (che troviamo nel pesce). Che non sono presenti nei semi di lino o noci: dove di fatto ritroviamo gli ALA, precursori del DHA. Dai questi però non sempre riusciamo a sintetizzare il DHA.
    Il DHA è anche richiesto per il mantenimento della normale funzione cerebrale negli adulti. Nelle sinapsi un terzo dei grassi sono costituiti da DHA.
    Diminuzioni del DHA nel cervello sono associate al declino cognitivo durante l’invecchiamento e con l’insorgenza della malattia di Alzheimer sporadica.


Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decido di cambiare vita per ritrovare me stessa. Lascio la carriera per tornare alla natura, ad una vita semplice. Intraprendo quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo successivamente i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica, in Italia e all'estero. Per migliorare le tecniche di cucina, seguo i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine, ho collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Ho fondato questo blog http://www.ilcibodellasalute.com allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Esperta di cucina macro-mediterranea, cucino (insieme a mio marito Claudio Grazioli) ed offro supporto per chi voglia migliorare il proprio benessere attraverso l'alimentazione. Sono Docente di Alimentare Naturale Macrobiotica e MTC presso l'Associazione Chicco di Riso, gestisco (insieme a Claudio) il B&B biologico Il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduco corsi teorici e pratici su tutto il territorio nazionale (e anche all'estero), fornendo suggerimenti e ricette sull'alimentazione, divulgando uno stile di vita sano e gustoso, allo scopo di sensibilizzare e promuovere la cultura del cibo sano e della sostenibilità ambientale. Cerco di approfondire costantemente le tematiche dell'alimentazione, attraverso lo studio di Alimentazione e Gastronomia (a livello universitario) e Alimentazione Energetica (Dietetica in Medicina Tradizionale Cinese). Il mio sogno? Poterci avviare verso una Consapevolezza, ovvero la via per ritrovare noi stessi, per vivere in armonia con la natura, imparando ad essere artefici della nostra vita e del nostro destino. Per essere in salute, liberi, felici.