Fatto la spesa? Trovato tutto?
Oggi è domenica. In molti non lavorano. Possiamo approfittane per rilassarci.

Quindi ci alziamo e ne approfittiamo per fare esercizi di respirazione e riequilibrio energetico.

Spesso pensiamo di respirare… ma in realtà quello che facciamo non è propriamente un respiro. Che succede allora? Il respiro è bloccato e non portiamo aria (che poi è anche energia) ai nostri reni, dove risiede la nostra forza vitale.

Spesso, crescendo, disimpariamo a respirare.
Cerchiamo di portare il respiro in profondità (cercando di gonfiare la pancia e sbloccare il diaframma), affinché l’energia dell’aria possa incontrare il nostro io profondo e nutrirlo.
Ed, espirando, impariamo a lasciare andare… tensioni, pensieri… tutto ciò che non ci serve più e che ci impedisce di accogliere il nuovo.

Possiamo unire questa respirazione a pratiche energetiche, come ad esempio gli stretching zen di auto Shiatsu.

Vediamo quello associato all’energia Terra (l’elemento che ci consente la trasformazione) => http://www.ilcibodellasalute.com/trattamenti-di-auto-shiatsu-per-il-riequilibrio-energetico/

E poi facciamo colazione. Masticando accuratamente ogni boccone!

Cosa possiamo mangiare a colazione?
Pane a lievitazione naturale con crema malto-nocciole (2 cucchiaino di crema di nocciole e 1 di malto di riso: mescolare e aggiungere acqua quanto basta per raggiungere una consistenza cremosa)

Tè kukicha (fare un decotto di una piccola manciata di rametti, cuocendo in acqua per circa 5 minuti. Filtrare e bere caldo)

E per il pranzo? Possiamo prepararci una pasta di grani antichi condita con una salsa miso-tahin? Semplicemente miso e tahin uniti nel rapporto 2:1, mescolati e poi aggiungiamo un po’ di acqua di cottura della pasta fino a ottenere una consistenza cremosa.

Avete mai provato? E’ buonissima.

Per i menù cominciamo da lunedì!

A proposito, non dimenticate di fare una bella passeggiata!



Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decido di cambiare vita per ritrovare me stessa. Lascio la carriera per tornare alla natura, ad una vita semplice. Intraprendo quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo successivamente i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica, in Italia e all'estero. Per migliorare le tecniche di cucina, seguo i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine, ho collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Ho fondato questo blog http://www.ilcibodellasalute.com allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Esperta di cucina macro-mediterranea, cucino (insieme a mio marito Claudio Grazioli) ed offro supporto per chi voglia migliorare il proprio benessere attraverso l'alimentazione. Sono Docente di Alimentare Naturale Macrobiotica e MTC presso l'Associazione Chicco di Riso, gestisco (insieme a Claudio) il B&B biologico Il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduco corsi teorici e pratici su tutto il territorio nazionale (e anche all'estero), fornendo suggerimenti e ricette sull'alimentazione, divulgando uno stile di vita sano e gustoso, allo scopo di sensibilizzare e promuovere la cultura del cibo sano e della sostenibilità ambientale. Cerco di approfondire costantemente le tematiche dell'alimentazione, attraverso lo studio di Alimentazione e Gastronomia (a livello universitario) e Alimentazione Energetica (Dietetica in Medicina Tradizionale Cinese). Il mio sogno? Poterci avviare verso una Consapevolezza, ovvero la via per ritrovare noi stessi, per vivere in armonia con la natura, imparando ad essere artefici della nostra vita e del nostro destino. Per essere in salute, liberi, felici.