Ci siamo mai chiesti come mai un tempo i vecchi erano saggi, e oggi son per lo più dementi?

Anche qui, diciamo grazie all’alimentazione squilibrata che si segue al giorno d’oggi, a cominciare dallo zucchero!
Si, lo zucchero è associato a patologie degenerative come l’Alzheimer, la patologia degenerativa più diffusa.

Sappiamo che i carboidrati sono fondamentali nella nostra alimentazione perché ci forniscono il carburante per le cellule dell’organismo. In particolare per neuroni e globuli rossi son la principale fonte di energia utilizzabile.

Ma scompensi glicemici tutto fanno tranne che nutrire.

Abbiamo già parlato dell’omeostasi della glicemia, mantenuta grazie ad ormoni quali insulina e glucagone.

Se si mangiano zucchero e cibi ad alto indice glicemico, si ha una condizione di iperglicemia che poi nel tempo può deteriorare le nostre funzioni cognitive.

Sia perché ad una condizione di iperglicemia segue una di IPOglicemia, causata dalla produzione di tanta insulina (a fronte di questi picchi glicemici, per l’appunto), che ci porta a sofferenza encefalica.

Ma anche perché, nel tempo, si degenera in insulino-resistenza, una condizione costante di iperglicemia, con conseguenti danni strutturali e compromissione funzionale delle cellule e dei nervi cerebrali, emorragia dei vasi sanguigni cerebrali e aumento di accumulo di beta amiloide, alla base del morbo di Alzheimer.

Ordunque, possiamo scegliere di non bruciarci anche il cervello!

Percorsi di educazione alimentare in Ricette di Cucina Consapevole



Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decido di cambiare vita per ritrovare me stessa. Lascio la carriera per tornare alla natura, ad una vita semplice. Intraprendo quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo successivamente i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica, in Italia e all'estero. Per migliorare le tecniche di cucina, seguo i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine, ho collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Ho fondato questo blog http://www.ilcibodellasalute.com allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Esperta di cucina macro-mediterranea, cucino (insieme a mio marito Claudio Grazioli) ed offro supporto per chi voglia migliorare il proprio benessere attraverso l'alimentazione. Sono Docente di Alimentare Naturale Macrobiotica e MTC presso l'Associazione Chicco di Riso, gestisco (insieme a Claudio) il B&B biologico Il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduco corsi teorici e pratici su tutto il territorio nazionale (e anche all'estero), fornendo suggerimenti e ricette sull'alimentazione, divulgando uno stile di vita sano e gustoso, allo scopo di sensibilizzare e promuovere la cultura del cibo sano e della sostenibilità ambientale. Cerco di approfondire costantemente le tematiche dell'alimentazione, attraverso lo studio di Alimentazione e Gastronomia (a livello universitario) e Alimentazione Energetica (Dietetica in Medicina Tradizionale Cinese). Il mio sogno? Poterci avviare verso una Consapevolezza, ovvero la via per ritrovare noi stessi, per vivere in armonia con la natura, imparando ad essere artefici della nostra vita e del nostro destino. Per essere in salute, liberi, felici.