Come sta procedendo il percorso?
Vi è piaciuto il menù di oggi?

Per domani cosa prepariamo?

Il principio è che non si butta niente! Questa è una cucina ZERO SPRECO!!!
Cosa è avanzato avanzato allora?
Riso basmati? Lo possiamo unire alla Cecina!
Finocchi? Anche!
Lenticchie rosse? Possiamo unirle alla preparazione di domani.

Colazione

Per la colazione di questa mattina avevamo preparato crema di riso in quantità maggiore, in modo tale da poterla utilizzare nei giorni successivi. Quindi possiamo unirla a mela cotta e mandorle tostate tritate grossolanamente.

E con gli avanzi di riso/finocchi avevamo preparato una cecina.

Pranzo

Questa volta la ricetta è di Rosa Pietroluongo: polpette con grano saraceno e zucca. Pratiche anche per il trasporto (per chi mangia fuori). Che dite?!

Nella ricetta c’è il tofu. Non lo avevamo messo tra gli ingredienti da acquistare per la settimana. L’intento è infatti quello di utilizzare, al posto del tofu gli avanzi del giorno prima (se ce ne sono ancora) di purea di lenticchie rosse.

E se non fosse avanzato nulla (perché ce lo siamo pappato tutto tanto era buono 😉), possiamo unire un po’ di ceci cotti (presenti nella lista della spesa).

Insomma abbiamo cereale, legume e verdura in un’unica preparazione. Possiamo unire anche un po’ di prezzemolo (con i ceci si sposa benissimo).

Che dite? Vi garba? (In Toscana si dice così 😊)

Cena

Prepariamo poi una cecina (aggiungendo un trito di unendo rosmarino e salvia) per domani mattina a colazione oppure come supporto in caso di bisogno: se la facciamo piuttosto sottile, potrebbe essere usata quasi come cracker e può essere utile come snack da portare anche a lavoro.

Ricordiamo poi di mettere in ammollo i cannellini in acqua, con un piccolo pezzetto di alga kombu. Cuociamone sempre una quantità maggiore, in modo poi da riutilizzarli su più giorni. Una volta cotti, per conservarli li riporremo in un contenitore chiuso di vetro, aggiungendo un po’ di umeboshi che ne aumenta la conservabilità.

I cannellini li potremo poi cuocere mercoledì mattina prima di andare a lavorare (nel frattempo, possiamo fare colazione, andare in bagno, farci la doccia, ecc).



Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decido di cambiare vita per ritrovare me stessa. Lascio la carriera per tornare alla natura, ad una vita semplice. Intraprendo quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo successivamente i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica, in Italia e all'estero. Per migliorare le tecniche di cucina, seguo i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine, ho collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Ho fondato questo blog http://www.ilcibodellasalute.com allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Esperta di cucina macro-mediterranea, cucino (insieme a mio marito Claudio Grazioli) ed offro supporto per chi voglia migliorare il proprio benessere attraverso l'alimentazione. Sono Docente di Alimentare Naturale Macrobiotica e MTC presso l'Associazione Chicco di Riso, gestisco (insieme a Claudio) il B&B biologico Il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduco corsi teorici e pratici su tutto il territorio nazionale (e anche all'estero), fornendo suggerimenti e ricette sull'alimentazione, divulgando uno stile di vita sano e gustoso, allo scopo di sensibilizzare e promuovere la cultura del cibo sano e della sostenibilità ambientale. Cerco di approfondire costantemente le tematiche dell'alimentazione, attraverso lo studio di Alimentazione e Gastronomia (a livello universitario) e Alimentazione Energetica (Dietetica in Medicina Tradizionale Cinese). Il mio sogno? Poterci avviare verso una Consapevolezza, ovvero la via per ritrovare noi stessi, per vivere in armonia con la natura, imparando ad essere artefici della nostra vita e del nostro destino. Per essere in salute, liberi, felici.