Già da tempo sappiamo che un eccesso di fruttosio può essere associata ad obesità, diabete tipo 2, oltre che steatosi epatica non alcolica (lo vediamo anche nei bambini, assidui bevitori di bevande zuccherate).

Secondo uno studio dell’Università di Swansea, un eccesso di fruttosio stimola la risposta infiammatoria da parte del nostro sistema immunitario.

Questa risposta, se protratta nel tempo, può arrecare danni a tessuti ed organi.

Ricordiamo che il fruttosio da temere non è tanto quello naturalmente presente nella frutta, dove troviamo anche la fibra che rallenta l’assorbimento a livello intestinale, quanto il fruttosio libero, presente in tantissimi prodotti industriali (spesso sotto il nome di sciroppo di glucosio fruttosio), ma soprattutto in forma liquida, come le bevande zuccherate ed anche i succhi di frutta (anche 100% frutta).



Immagini prese dalla rete e RIMOVIBILI su semplice richiesta

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.


AIUTACI A SOSTENERE QUESTO SITO!
Se acquisti ingredienti o libri o altro sul sito Macrolibrarsi, puoi inserie il codice partner 5496 (fase 4 del carrello), ricambiando la condivisione delle informazioni divulgate sul sito. Puoi così aiutarmi a sostenere le spese del blog.
GRAZIE!


HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA ALIMENTARE?
Puoi richiederla a questo link .