Come abbiamo già visto, il nostro corpo cerca l’equilibrio.

La manifestazione di un sintomo è di fatto il modo con il quale il nostro corpo-mente cerca di comunicare con noi. Imparare ad ascoltare questi messaggi, può essere un’opportunità che ci viene offerta per rimetterci in contatto con noi stessi.

Ogni sintomo a noi appare come una malattia. In realtà è il meccanismo che il nostro corpo sta adottando per ristabilire quell’equilibrio, eliminando gli eccessi. Uno degli organi attraverso cui questi eccessi vengono eliminati è proprio la pelle: l’organo più esteso che abbiamo. E, a volte accade, che gli eccessi da eliminare siano in grandi quantità e che gli altri organi di eliminazione (polmone, reni, intestino) siano intasati o indeboliti e non riescano a farlo.

Non dimentichiamo, inoltre, che in Medicina Tradizionale Cinese, la pelle è associata al movimento energetico Metallo, a cui sono correlati Polmone ed Intestino Crasso. Un problema di pelle può parlarci di una disarmonia in questa loggia energetica. L’obiettivo è dunque rafforzare i due organi. Ma rafforzare anche i Reni, che temono molto lo Yin.

Gli alimenti che meno piacciono a Polmone ed Intestino sono quelli che producono muco, che intasano: si tratta, in particolare, di latte e derivati, zucchero e prodotti raffinati. Questi sono gli alimenti più problematici per la pelle.
Ma anche un eccesso di proteine e grassi.

La pelle è un organo Yin (più esterno superficiale).
Quindi bisogna fare attenzione agli eccessi di Yin (che vengono eliminati attraverso le parti più Yin, alte – vie respiratorie – e superficiali – la pelle).
Attenzione anche agli eccessi di Yang (che tendono ad accumularsi): questi, creando un’attrazione magnetica (le due polarità si attraggono), potrebbero impedire allo Yin di essere eliminato. Può capitare che un eccesso di Yang (grasso saturo ad esempio), rallentando la circolazione impedisce alla pelle di essere nutrita (come ne caso di pelle secca).

Ricapitolando, in caso di problemi di pelle, gli alimenti problematici sono

  •  I cibi più Yin, come alcol, zucchero (compreso quello di canna, fruttosio e sciroppi in genere), cibi tropicali (caffè, cacao, ananas, banane, ecce), solanacee (pomodori, peperoni, melanzane, patate), latte e derivati (compreso lo yogurt), prodotti raffinati (farina 00, riso bianco, ecc), cibo crudo (in particolare succhi di frutta),  olio extravergine di oliva. Sarebbe bene anche evitare le bevande vegetali (molto Yin) ed essere molto prudenti con la frutta (eventualmente consumandola cotta con un po’ di kuzu).
  • I cibi più Yang: prodotti animali, in particolare carne, formaggi, salumi, uova. Usare particolare cautela anche con i prodotti da forno (biscotti, pane, pizza, ecc.)

Sostanzialmente, sarebbe opportuno cercare di mangiare meno grassi e meno zuccheri, andando verso un’alimentazione più equilibrata, basata su cereali integrali, legumi e verdura di stagione, non esagerando con la frutta (che creerebbe un eccesso di Yin, come anche troppi cibi crudi).

Il cereale preferito è il riso integrale: è quello collegato al movimento Metallo, ottimo per il nostro intestino. Questo cereale ci aiuta ad asciugarci. Ma non dimentichiamo anche i legumi, collegati ai nostri reni, alla nostra forza vitale.

E la favolosa zuppa di miso e le verdure fermentate!

E sempre sempre sempre: masticare!!!

 



Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decido di cambiare vita per ritrovare me stessa. Lascio la carriera per tornare alla natura, ad una vita semplice. Intraprendo quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo successivamente i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica, in Italia e all'estero. Per migliorare le tecniche di cucina, seguo i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine, ho collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Ho fondato questo blog http://www.ilcibodellasalute.com allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Esperta di cucina macro-mediterranea, cucino (insieme a mio marito Claudio Grazioli) ed offro supporto per chi voglia migliorare il proprio benessere attraverso l'alimentazione. Sono Docente di Alimentare Naturale Macrobiotica e MTC presso l'Associazione Chicco di Riso, gestisco (insieme a Claudio) il B&B biologico Il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduco corsi teorici e pratici su tutto il territorio nazionale (e anche all'estero), fornendo suggerimenti e ricette sull'alimentazione, divulgando uno stile di vita sano e gustoso, allo scopo di sensibilizzare e promuovere la cultura del cibo sano e della sostenibilità ambientale. Cerco di approfondire costantemente le tematiche dell'alimentazione, attraverso lo studio di Alimentazione e Gastronomia (a livello universitario) e Alimentazione Energetica (Dietetica in Medicina Tradizionale Cinese). Il mio sogno? Poterci avviare verso una Consapevolezza, ovvero la via per ritrovare noi stessi, per vivere in armonia con la natura, imparando ad essere artefici della nostra vita e del nostro destino. Per essere in salute, liberi, felici.