Le uova sono spesso state associate ad aumento del colesterolo ematico, in quanto contengono colesterolo.

Ad influenzare il colesterolo ematico (o meglio le lipoproteine LDL e quindi il rischio cardiovasoclare) non è di fatto tanto il colesterolo alimentare, quanto gli acidi grassi trans (quelli che troviamo nelle MARGARINE o negli OLI DI SEMI). Oltre che un ECCESSO di acidi grassi saturi (troppi cibi animali) e l’assunzione di cibi iperglicemizzanti (zucchero, cibi raffinati, troppi zuccheri in generale). Senza dimenticare una vita sedentaria…

Il colesterolo è importante per la produzione della Vitamina D (di cui è il precursore), fondamentale per la nostra salute.

Le uova oltretutto contengono anche acidi grassi mono e polinsaturi (acido oleico e linoleico) e LECITINE, che avrebbero effetto ipocolesterolemizzante.
Per cui, non sarebbe corretto valutare il rischio di cardiopatia legato al consumo di uova semplicemente in base al loro contenuto di colesterolo.

Oltretutto, non vi sono ricerche che abbiano dimostrato che chi mangia regolarmente uova abbia più infarti di coloro che non ne mangiano.
👉 https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/27571863/
👉https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/26404366/

L’importante, come sempre è cercare l’equilibrio. Quindi, bene non esagerare!!!!

E scegliere il nostro cibo con consapevolezza, quindi NO DA ALLEVAMENTI INTENSIVI.

Purtroppo, siamo stati condizionati a lungo da falsi miti. Ad esempio, quello che i grassi fanno male!

In realtà i grassi non sono nostri nemici di per sé.
Ci sono acidi grassi ESSENZIALI, che il nostro organismo non produce e che abbiamo bisogno di assumere attraverso la nostra dieta, senza i quali non ci sarebbe vita.

Oltre alle uova abbiamo il

  • FALSO MITO DEL BURRO CHE FA MALE. Fu sostituito (anni fa) con la margarina e fu così che le nostre condizioni di salute peggiorarono. Il burro, di fatto, se scelto in modo consapevole (ovvero preparato con latte non da allevamenti intensivi) non è assolutamente da demonizzare. Certo, neppure da mangiare in quantità industriali.
    Il burro contiene acidi grassi che, seppur saturi, sono a catena corta e intermedia, quindi non hanno effetto aterogeno.
    Il burro contiene acidi grassi (ad esempio acido butirrico, quello prodotto dal metabolismo batterico del microbiota) fondamentali per la salute della mucosa intestinale e la crescita della corretta flora batterica intestinale.
    Quello a cui dobbiamo fare attenzione sono piuttosto gli eccessi.
  • FALSO MITO CHE I FRITTI FACCIANO MALE. In realtà (anche la macrobiotica ce lo insegna), una frittura fatta in casa (in tempura con olio extravergine di oliva… non di semi, mi raccomando!!!) può e deve far parte di una dieta sana.

Ci hanno inculcato paure ed ossessioni dicendoci che l’olio è meglio crudo!! E non è un caso che chi mangia per molti anni cibi conditi prevalentemente con solo olio a crudo tende a digerire sempre peggio.
Una frittura (fatta bene come si diceva), ogni tanto è un’ottima palestra per il fegato di cui stimola le funzioni depurative

Bene comunque basare la nostra alimentazione PREVALENTEMENTE SU CEREALI NON RAFFINATI, LEGUMI, VERDURE (NON LE PATATE), FRUTTA, compresa quella oleosa. Ovvero, la dieta MEDITERRANEA.



Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decido di cambiare vita per ritrovare me stessa. Lascio la carriera per tornare alla natura, ad una vita semplice. Intraprendo quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo successivamente i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica, in Italia e all'estero. Per migliorare le tecniche di cucina, seguo i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine, ho collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Ho fondato questo blog http://www.ilcibodellasalute.com allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Esperta di cucina macro-mediterranea, cucino (insieme a mio marito Claudio Grazioli) ed offro supporto per chi voglia migliorare il proprio benessere attraverso l'alimentazione. Sono Docente di Alimentare Naturale Macrobiotica e MTC presso l'Associazione Chicco di Riso, gestisco (insieme a Claudio) il B&B biologico Il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduco corsi teorici e pratici su tutto il territorio nazionale (e anche all'estero), fornendo suggerimenti e ricette sull'alimentazione, divulgando uno stile di vita sano e gustoso, allo scopo di sensibilizzare e promuovere la cultura del cibo sano e della sostenibilità ambientale. Cerco di approfondire costantemente le tematiche dell'alimentazione, attraverso lo studio di Alimentazione e Gastronomia (a livello universitario) e Alimentazione Energetica (Dietetica in Medicina Tradizionale Cinese). Il mio sogno? Poterci avviare verso una Consapevolezza, ovvero la via per ritrovare noi stessi, per vivere in armonia con la natura, imparando ad essere artefici della nostra vita e del nostro destino. Per essere in salute, liberi, felici.