Grani Antichi e Pasta Madre
Proprietà virtù ricette - Conoscere la salute per conservarla
Seguimi su telegram: https://t.me/cibodellasalute




Le uova sono spesso state associate ad aumento del colesterolo ematico, in quanto contengono colesterolo.

Ad influenzare il colesterolo ematico (o meglio le lipoproteine LDL e quindi il rischio cardiovasoclare) non è di fatto tanto il colesterolo alimentare, quanto gli acidi grassi trans (quelli che troviamo nelle MARGARINE o negli OLI DI SEMI). Oltre che un ECCESSO di acidi grassi saturi (troppi cibi animali) e l’assunzione di cibi iperglicemizzanti (zucchero, cibi raffinati, troppi zuccheri in generale). Senza dimenticare una vita sedentaria…

Il colesterolo è importante per la produzione della Vitamina D (di cui è il precursore), fondamentale per la nostra salute.

Le uova contengono anche acidi grassi mono e polinsaturi (acido oleico e linoleico) e LECITINE che hanno effetto ipocolesterolemizzante.

Per cui, non sarebbe corretto valutare il rischio di cardiopatia legato al consumo di uova semplicemente in base al loro contenuto di colesterolo.

Oltretutto, non vi sono ricerche che abbiano dimostrato che chi mangia regolarmente uova abbia più infarti di coloro che non ne mangiano.
👉 https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/27571863/
👉https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/26404366/

Anzi, una review pubblicata su Nutrients a fine marzo 2018  ha evidenziato che, non solo le uova non influenzano negativamente il colesterolo ematico, ma pare che siano addirittura in grado di migliorare il quadro. Ovvero, le uova potrebbero addirittura essere protettive sulla salute cardiovascolare!

L’importante, come sempre è cercare l’equilibrio. E valutate come sono calate nella nostra alimentazione. Senza, chiaramente, esagerare.
Per non esagerare con omega-6 e proteine. Sappiamo che una dieta sana è una dieta prevalentemente vegetale (mediterranea).

Scegliendo il nostro cibo con consapevolezza, quindi NO DA ALLEVAMENTI INTENSIVI.

Siamo stati condizionati a lungo da falsi miti.

Ad esempio, quello che i grassi fanno male! In realtà i grassi non sono nostri nemici di per sé.

Ci sono acidi grassi ESSENZIALI, che il nostro organismo non produce e che abbiamo bisogno di assumere attraverso la nostra dieta, senza i quali non ci sarebbe vita.

Oltre alle uova abbiamo il

  • FALSO MITO DEL BURRO CHE FA MALE. Fu sostituito (anni fa) con la margarina e fu così che le nostre condizioni di salute peggiorarono. Il burro, di fatto, se scelto in modo consapevole (ovvero preparato con latte non da allevamenti intensivi) non è assolutamente da demonizzare. Certo, neppure da mangiare in quantità industriali.
    Il burro contiene acidi grassi che, seppur saturi, sono a catena corta e intermedia, quindi non hanno effetto aterogeno.
    Quello a cui dobbiamo fare attenzione sono piuttosto gli eccessi.
  • FALSO MITO CHE I FRITTI FACCIANO MALE. In realtà (anche la macrobiotica ce lo insegna), una frittura fatta in casa (in tempura con olio extravergine di oliva… non di semi, mi raccomando!!!) può e deve far parte di una dieta sana.

Ci hanno inculcato paure ed ossessioni dicendoci che l’olio è meglio crudo!! E non è un caso che chi mangia per molti anni cibi conditi prevalentemente con solo olio a crudo tende a digerire sempre peggio.
Una frittura (fatta bene come si diceva), ogni tanto è un’ottima palestra per il fegato di cui stimola le funzioni depurative.

Quali sono allora i veri responsabili dell’innalzamento del livello del colesterolo?

Uno studio pubblicato su Lancet (una delle principali testate scientifiche mondiali) ha evidenziato che

L’eccesso di zuccheri e cibi raffinati è la vera causa di un innalzamento del colesterolo.

Bene quindi basare la nostra alimentazione PREVALENTEMENTE SU CEREALI NON RAFFINATI, LEGUMI, VERDURE (NON LE PATATE), FRUTTA, compresa quella oleosa.

Ovvero, la dieta MEDITERRANEA.



Immagini prese dalla rete e RIMOVIBILI su semplice richiesta

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.


TI VA DI AIUTARMI A SOSTENERE QUESTO SITO?
Se acquisti ingredienti o libri o altro sul sito Macrolibrarsi, puoi inserie il codice partner 5496 (fase 4 del carrello), ricambiando la condivisione delle informazioni divulgate sul sito. In questo modo, puoi aiutarmi a sostenere le spese del blog.
GRAZIE!


HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA ALIMENTARE?
Puoi richiederla a questo link .