L’elisir di lunga vita: l’essere umano da sempre è alla ricerca del segreto per poter vivere più a lungo. Ma, importante, come abbiamo già visto, non è tanto vivere più a lungo, quanto vivere meglio, ovvero vivere in salute!

Quali sono i parametri che incidono sulla nostra salute? Ippocrate, già qualche secolo fa, affermava

Se fossimo in grado di fornire a ciascuno la giusta dose di nutrimento ed esercizio fisico, né in difetto, né in eccesso, avremmo trovato la strada per la salute.
Vivere 120 anni: fareste un patto col diavolo?
Qualcuno è disposto a fare un patto con il diavolo per vivere più a lungo? Il diavolo vorrà qualcosa in cambio! Solitamente chiede la nostra anima. In questo caso, vuole vendere integratori, anche a scapito della nostra saluteIn questo modo, dubito che si possa arrivare a quell’età, quanto meno sani!
Ed ecco che un signore che nasce come scrittore e che ha fondato anni fa una casa editrice,  senza alcun titolo e alcuna reale conoscenza nel settore alimentazione e salute, ha scritto un libro nel quale pretende di fornire indicazioni su come vivere più a lungo. In realtà, oggi chiunque può scrivere un libro! Tanto più, se si possiede una casa editrice!
Ciò che andrebbe opportunamente valutato è che per un libro che tratta di argomenti quali salute, alimentazione, benessere, longevità, ciò che importa non è tanto la retorica o la sintassi, quanto la semantica: e in questo libro sono proprio i contenuti ad essere privi di valore scientifico. Anzi, in netto contrasto con fonti attendibili.Il progetto, di fatto, nasce grazie ad un accordo con una società  americana. Hanno creato anche un canale televisivo. Sapete qual è l’unico esperto che viene intervistato? E’ proprio l’autore del libro! Esatto!!! Quel signore che non ha alcuna nozione di nutrizione, e che le uniche tracce di codice sono quelle che ha raccattato sulla rete e assemblato in modo approssimativo e sconnesso.
Certamente, se si è in grado di analizzare, si possono cogliere le lacune che si celano dietro queste interviste in cui, tra l’altro, vengono anche strumentalizzati personaggi famosi allo scopo di manipolare l’informazione in maniera subdola e irriverente.

Del resto, come si fa a vivere 120 anni mangiando carne, uova ecc (ovvero seguendo un’alimentazione iperproteica) tutti i giorni? Quando le principali agenzie di ricerca ci informano che una delle principali cause delle patologie degenerative è proprio l’eccesso di proteine, in particolare quelle di provenienza animale?

Come ci insegna anche il Prof. Luigi Fontana, tra i maggiori esperti mondiali sul ruolo della nutrizione nell’invecchiamentoUna dieta con meno proteine riduce il rischio di sviluppare malattie cronico-degenerative e aumenta la longevità“.

Oggi sappiamo, e innumerevoli studi lo affermano, che i cereali integrali migliorano la qualità e la durata della vita, riducendo il rischio di tumori (tumori causati piuttosto da un eccessivo consumo di prodotti animali e prodotti raffinati!).

Dunque, come si fa ad escludere, dalla nostra alimentazione,  i cereali integrali, il cui consumo è importante per la prevenzione di disturbi cronici? Sicuramente, ciò che è importante è comprendere la differenza tra cereali integrali e raffinati (in particolare sotto forma di farina, generalmente la farina 00).

E sappiamo anche che lo zucchero è dannoso per la nostra salute. Ma ancora peggio è il fruttosio!

Purtroppo, però, queste sono solo alcune delle insidie presenti sulla rete che contribuiscono a creare sempre più confusione sul tema alimentazione e salute.

Ecco perché è sempre più importante documentarsi e riuscire a svincolarsi  dalle false informazioni che potrebbero rischiare di interferire sulla nostra salute.

Non facciamoci attrarre da elisir di lunga vita niente affatto provati e sperimentati.

Sappiamo bene che i popoli più longevi sono quelli che basano la loro alimentazione prevalentemente su cibi di provenienza vegetale, come ci suggerisce anche il Codice Europeo contro il Cancro, con un’ampia varietà di cereali integrali (meglio se in chicco), verdure di stagione (non le patate: sono ad alto indice glicemico), un po’ di legumi e un po’ di frutta, come da insegnamenti del Prof. Franco Berrino.
Il tutto sempre ben masticato!

th02---yoga-photospiralysis.pngEsattamente come fa Vittorio Calogero (che vedete in foto in uno dei suoi esercizi Yoga), che a giugno 2016 compie 82 anni. Ecco un esempio di come dovremmo essere alla sua età: vitali e in salute!

Ecco la vera arte della longevità!



Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decido di cambiare vita per ritrovare me stessa. Lascio la carriera per tornare alla natura, ad una vita semplice. Intraprendo quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo successivamente i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica, in Italia e all'estero. Per migliorare le tecniche di cucina, seguo i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine, ho collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Ho fondato questo blog http://www.ilcibodellasalute.com allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Esperta di cucina macro-mediterranea, cucino (insieme a mio marito Claudio Grazioli) ed offro supporto per chi voglia migliorare il proprio benessere attraverso l'alimentazione. Sono Docente di Alimentare Naturale Macrobiotica e MTC presso l'Associazione Chicco di Riso, gestisco (insieme a Claudio) il B&B biologico Il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduco corsi teorici e pratici su tutto il territorio nazionale (e anche all'estero), fornendo suggerimenti e ricette sull'alimentazione, divulgando uno stile di vita sano e gustoso, allo scopo di sensibilizzare e promuovere la cultura del cibo sano e della sostenibilità ambientale. Cerco di approfondire costantemente le tematiche dell'alimentazione, attraverso lo studio di Alimentazione e Gastronomia (a livello universitario) e Alimentazione Energetica (Dietetica in Medicina Tradizionale Cinese). Il mio sogno? Poterci avviare verso una Consapevolezza, ovvero la via per ritrovare noi stessi, per vivere in armonia con la natura, imparando ad essere artefici della nostra vita e del nostro destino. Per essere in salute, liberi, felici.