Lo strudel lo possiamo preparare in versione dolce o salata.

E’ sufficiente preparare una semplice pasta sfoglia (senza burro, ma con un ottimo olio extra vergine di oliva). Nella versione dolce, si potrebbe aggiungere, nell’imposto, un po’ di cannella. Per il sale, la quantità può essere la stessa. Considerando che il sale è sapienza e che esalta il sapore dolce: quindi nel caso di strudel dolce, esalterà il sapore delle mele.

La ricetta della pasta sfoglia la trovate a questo link.

Veniamo ora alla farcitura.

Strudel salato

Nella foto, ho preparato un ripieno di radicchio. E’ ottimo comunque anche con altre verdure. Ad esempio, bieta, scarola. Ma anche spinaci e tofu, ad esempio. Insomma, possiamo sbizzarrire la nostra fantasia.

Basta preparare un nitukè di radicchio, dopo averlo tagliato a listarelle, cuocendolo con olio evo e sale marino integrale. Si potrebbe aggiungere anche una mela sbucciata e tagliata a dadini. Per creare un contrasto dolce con il sapore amaro del radicchio.
Terminata la cottura delle verdure (lasciatele freddare un po’), stendete l’impasto della pasta sfoglia (su carta da forno), farcite con le verdure, chiudete (aiutandovi con la carta da forno), trasferite lo strudel su una teglia da forno e infornate a 180° per 30 minuti circa (controllate che sia dorato in superficie).

Strudel dolce di mele

Vediamo gli ingredienti per la farcitura.

  • 2 mele
  • cannella
  • manciate di uvetta
  • confettura di albicocche senza zucchero
  • buccia grattugiata e succo di limone
  • mandorle tostate e tritate
  • noci tritate
  • pinoli tritati
  • mirin
  • sale marino integrale

Procedimento

Tagliate le mele a dadini (potreste anche lasciare la buccia). Unitele a uvetta, cannella, sale, mirin, succo e buccia di limone, lasciandole marinare per circa 30 minuti. In alternativa, potete cuocerle (in un pentolino con coperchio, a fuoco lento, girando per non farle attaccare) e, a fine cottura, aggiungere un cucchiaino di kuzu sciolto in due dita di acqua fredda, facendo cuocere per altri minuti, fino a quando l’acqua con il kuzu non diventa quasi trasparente.

Preparate l’impasto della pasta sfoglia e lasciatelo riposare. Unite le mele alle mandorle, le noci, i pinoli. Stendete l’impasto della sfoglia (su carta da forno), ottenendo una forma rettangolare e distribuite le mele, arrotolate lo strudel (aiutandovi con la carta da forno), chiudendo ai due lati con le mani (e una forchetta).

Trasferite lo strudel su una teglia da forno e infornate a 180° per 30 minuti circa. Prima di ultimare la cottura, togliere dal forno e, aiutandovi con un pennellino, spennellare una soluzione a base di malto di riso e succo di limone (rapporto 3:1), eventualmente con una spolverata di mandorle tritate.

Quindi ultimate la cottura.

La ricetta la trovate all’interno del Libro Il Cibo della Gratitudine.

Il Cibo della gratitdine

Guida alla cucina MacroMediterranea
Il libro scritto con il contributo del
Dottor Franco Berrino

 

Acquista il libro



Immagini prese dalla rete e RIMOVIBILI su semplice richiesta

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decido di cambiare vita per ritrovare me stessa. Lascio la carriera per tornare alla natura, ad una vita semplice. Intraprendo quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo successivamente i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica, in Italia e all'estero. Per migliorare le tecniche di cucina, seguo i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Per approfondire le tematiche di Alimentazione, mi iscrivo all'università (Corso di Laurea in Scienze dell'Alimentazione e Gastronomia). Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine, ho collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Ho fondato questo blog http://www.ilcibodellasalute.com allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Esperta di cucina macro-mediterranea, cucino (insieme a mio marito Claudio Grazioli) ed offro supporto per chi voglia migliorare il proprio benessere attraverso l'alimentazione. Sono Docente di Alimentare Naturale Macrobiotica e MTC presso l'Associazione Chicco di Riso, gestisco (insieme a Claudio) il B&B biologico Il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduco corsi teorici e pratici su tutto il territorio nazionale (e anche all'estero), fornendo suggerimenti e ricette sull'alimentazione, divulgando uno stile di vita sano e gustoso, allo scopo di sensibilizzare e promuovere la cultura del cibo sano e della sostenibilità ambientale. Cerco di approfondire anche le tematiche di Alimentazione Energetica (Dietetica in Medicina Tradizionale Cinese). Il mio sogno? Poterci avviare verso una Consapevolezza, ovvero la via per ritrovare noi stessi, per vivere in armonia con la natura, imparando ad essere artefici della nostra vita e del nostro destino. Per essere in salute, liberi, felici.