Lo strudel lo possiamo preparare in versione dolce o salata.

E’ sufficiente preparare una semplice pasta sfoglia (senza burro, ma con un ottimo olio extra vergine di oliva). Nella versione dolce, si potrebbe aggiungere, nell’imposto, un po’ di cannella. Per il sale, la quantità può essere la stessa. Considerando che il sale è sapienza e che esalta il sapore dolce: quindi nel caso di strudel dolce, esalterà il sapore delle mele.

La ricetta della pasta sfoglia la trovate a questo link.

Veniamo ora alla farcitura.

Strudel salato

Nella foto, ho preparato un ripieno di radicchio. E’ ottimo comunque anche con altre verdure. Ad esempio, bieta, scarola. Ma anche spinaci e tofu, ad esempio. Insomma, possiamo sbizzarrire la nostra fantasia.

Basta preparare un nitukè di radicchio, dopo averlo tagliato a listarelle, cuocendolo con olio evo e sale marino integrale. Si potrebbe aggiungere anche una mela sbucciata e tagliata a dadini. Per creare un contrasto dolce con il sapore amaro del radicchio.
Terminata la cottura delle verdure (lasciatele freddare un po’), stendete l’impasto della pasta sfoglia (su carta da forno), farcite con le verdure, chiudete (aiutandovi con la carta da forno), trasferite lo strudel su una teglia da forno e infornate a 180° per 30 minuti circa (controllate che sia dorato in superficie).

Strudel dolce di mele

Vediamo gli ingredienti per la farcitura.

  • 2 mele
  • cannella
  • manciate di uvetta
  • confettura di albicocche senza zucchero
  • buccia grattugiata e succo di limone
  • mandorle tostate e tritate
  • noci tritate
  • pinoli tritati
  • mirin
  • sale marino integrale

Procedimento

Tagliate le mele a dadini (potreste anche lasciare la buccia). Unitele a uvetta, cannella, sale, mirin, succo e buccia di limone, lasciandole marinare per circa 30 minuti. In alternativa, potete cuocerle (in un pentolino con coperchio, a fuoco lento, girando per non farle attaccare) e, a fine cottura, aggiungere un cucchiaino di kuzu sciolto in due dita di acqua fredda, facendo cuocere per altri minuti, fino a quando l’acqua con il kuzu non diventa quasi trasparente.

Preparate l’impasto della pasta sfoglia e lasciatelo riposare. Unite le mele alle mandorle, le noci, i pinoli. Stendete l’impasto della sfoglia (su carta da forno), ottenendo una forma rettangolare e distribuite le mele, arrotolate lo strudel (aiutandovi con la carta da forno), chiudendo ai due lati con le mani (e una forchetta).

Trasferite lo strudel su una teglia da forno e infornate a 180° per 30 minuti circa. Prima di ultimare la cottura, togliere dal forno e, aiutandovi con un pennellino, spennellare una soluzione a base di malto di riso e succo di limone (rapporto 3:1), eventualmente con una spolverata di mandorle tritate.

Quindi ultimate la cottura.

La ricetta la trovate all’interno del Libro Il Cibo della Gratitudine.

Il Cibo della gratitdine

Guida alla cucina MacroMediterranea
Il libro scritto con il contributo del
Dottor Franco Berrino

 

Acquista il libro



Immagini prese dalla rete e RIMOVIBILI su semplice richiesta

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.


AIUTACI A SOSTENERE QUESTO SITO!
Se acquisti ingredienti o libri o altro sul sito Macrolibrarsi, puoi inserie il codice partner 5496 (fase 4 del carrello), ricambiando la condivisione delle informazioni divulgate sul sito. Puoi così aiutarmi a sostenere le spese del blog.
GRAZIE!


HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA ALIMENTARE?
Puoi richiederla a questo link .