E’ incredibile come ancora molte persone credano che lo zucchero ci dia energia. Che faccia bene al cervello.

Credere a ciò è segno che siamo cascati nella trappola della pubblicità.
E’ segno che crediamo a ciò che vogliono farci credere.
Ma la verità è un altra.

La verità è che fintanto che l’essere umano non ha mangiato zucchero (ovvero per millenni), problematiche degenerative non erano una costante come accade oggi.

La verità è che lo zucchero crea sofferenza encefalica e può compromettere le nostre funzioni cognitive.
La verità è che lo zucchero è una droga e ci rende schiavi.
La verità è che se vogliamo essere liberi abbiamo bisogno di cominciare a pensare con la nostra testa.
E questo sarà possibile se ci disintossichiamo da questo sapore dolce a cui ci ha abituato l’industria, mettendo zucchero dappertutto…

Che l’uso sconsiderato dello zucchero abbia effetti non piacevoli sulla salute è effettivamente piuttosto noto.
Lo zucchero favorisce l’infiammazione.
Favorisce steatosi epatica non alcolica. Porta ad insulino resistenza. Favorisce la sindrome metabolica.
Lo zucchero può sopprimere il sistema immunitario e mettere in pericolo le difese contro le malattie infettive. Abbiamo già visto tutti gli effetti dello zucchero sul nostro organismo. Questo già da uno studio del secolo scorso da parte di Loma Linda University (l’immagine si riferisce ai risultati di tale studio).

Non è un caso che una delle raccomandazioni OMS (organizzazione mondiale della sanità) reciti “evitare le bevande zuccherate”.
In una lattina di coca cola ad esempio ci sono dalle 7 alle 9 bustine di zucchero (dai 6 ai 12 cucchiaini di zucchero). Che superano di ben 2 grammi la quantità zucchero suggerita dall’OMS (che è di 25 grammi).

Se lo zucchero nuoce alla salute, quali sono le alternative? Non certo i dolcificanti a zero calorie che ci propone il mercato. Dolcificanti oltretutto con un livello di dolcezza notevolmente superiore allo zucchero. Ed è lo stesso gusto dolce che apre le porte all’assorbimento del glucosio. “Paradossalmente la glicemia potrebbe salire di più se dolcifichiamo ad esempio con la stevia – 200 volte più dolce – che con lo zucchero”.

Ci hanno abituato a questo sapore tossico. Si tratta ora di riabituarsi a sapori meno dolci.

IMPORTANTE!!!
Impariamo però a non fare confusione tra zucchero e carboidrati.
Lo zucchero è quella polvere bianca… simile alla cocaina (in molti casi…).

E’ saccarosio, ovvero un disaccaride composto da glicosio e fruttosio. E’ un carboidrato semplice. Anche nella frutta troviamo gli zuccheri la frutta contiene (naturalmente) fruttosio. Ma nella frutta, non vi è solo fruttosio, ma anche vitamine, che mitigano gli effetti dello stesso.

I carboidrati possono essere anche complessi. In particolare, poiché ciò che ci nutre, non è tanto la molecola, quanto il cibo, abbiamo i cereali, quelli integrali, che sono stati per millenni alla base della nostra alimentazione.

E fintanto che ne abbiamo mangiato (seguendo tra l’altro le raccomandazioni dell’OMS) non ci sono state problematiche quali obesità, diabete, sindrome metabolica…
http://www.ilcibodellasalute.com/qual-la-differenza-zucche…



Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decido di cambiare vita per ri-trovare me stessa. Lascio la carriera per tornare alla natura, ad una vita semplice. Intraprendo quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo successivamente i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica, in Italia e all'estero. Per migliorare le tecniche di cucina, seguo i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine e Medicina da Mangiare, collaboro attivamente con La Grande Via, l’associazione fondata dal Dottor Franco Berrino. Ho fondato questo blog IlCibodellaSalute.com allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Cuoca e Docente di Alimentare Naturale Macrobiotica e MTC presso l'Associazione Chicco di Riso, gestisco il B&B Il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduco corsi teorici e pratici su tutto il territorio nazionale (e anche all'estero). Cerco di approfondire costantemente le tematiche dell'alimentazione, attraverso lo studio di Alimentazione e Gastronomia (a livello universitario) e Alimentazione Energetica (Dietetica in Medicina Tradizionale Cinese). Il mio sogno? Poterci avviare verso una Consapevolezza, ovvero la via per ritrovare noi stessi, per vivere in armonia con la natura, imparando ad essere artefici della nostra vita e del nostro destino. Per essere in salute, liberi, felici. Questo il fine: far si che il messaggio diventi virale. Per un mondo migliore!

Translate »