Dormire è un’attività fisiologica fondamentale per mantenere in salute non solo nostra mente, ma anche in nostro sistema immunitario e cardiovascolare.

Ma a volte capita che si creino alterazioni nel ritmo sonno-veglia. Potrebbe dipendere dal lavoro che facciamo. Ma il più delle volte dal stile di vita che seguiamo e da da un’alimentazione poco equilibrata. In realtà, basterebbe cominciare a cambiare le nostre abitudini alimentari per vedere dei giovamenti.

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese, il ritmo sonno veglia è in correlazione con l’equilibrio yin-yang dell’organismo: il sonno è la fase Yin (riposo, nutrimento, rigenerazione), che precede la fase Yang di attivazione, veglia. Se si altera questo equilibrio passivo/attivo, subentrano disturbi del sonno.

Il movimento, l’attività, la veglia sono Yang. Il riposo, l’inerzia, il sonno sono Yin. L’esterno è Yang; l’interno è Yin.

Normalmente si dovrebbe andare a letto non tardi, quando l’energia (Wei Qi) che circola all’esterno, sulla superficie (Yang) e che ci difende e mantiene costante la nostra temperatura corporea durante il giorno si ritira e va all’interno (verso lo Yin), verso Rene, Cuore, Polmone, Fegato, Milza, nutrendo i nostri organi. E ci dovremmo svegliare (preferibilmente spontaneamente) al mattino quando l’energia Wei Qi torna all’esterno (attraverso un punto situato vicino agli occhi), per riprendere la sua attività Yang.

Affinché questa energia Yang (dinamica e calda) possa andare verso l’interno, è necessario che ci sia abbastanza Yin per accoglierla. Ma se noi spostiamo le nostre attività più Yang (ad esempio la palestra) in una fase in cui dovremmo essere più Yin (ovvero in cui dovremmo predisporci ad andare a dormire), non faremo altro che attivarci quando dovremmo piuttosto rilassarci. Quindi, riserviamo l’attività sportiva alla prima parte della giornata. E nella seconda parte, rallentiamo i nostri ritmi, per essere in sintonia con l’Equilibrio Yin/Yang.

Cerchiamo anche di alimentarci in modo armonico. Senza maltrattare i nostri Reni. Cosa abbastanza frequente nell’alimentazione odierna, ricca di zuccheri, prodotti raffinati e tanti prodotti animali.

Cerchiamo di fare una colazione abbondante che ci nutra e ci attivi. Mangiando cibi non molto dolce, possibilmente con una nota aromatica-piccante che possa riattivare la nostra energia. Cerchiamo sapori che ci aprano verso l’esterno e non che ci chiudano (cosa che frequentemente facciamo con lo yogurt e la frutta). Quindi, non cappuccino e brioche come fanno la maggior parte delle persone. Ma un cibo che ci dia nutrimento e sostegno senza crearci scompensi fisici ed energetici.

La colazione
Al mattino abbiamo bisogno di portare lo Yang in superficie. L’acido (di frutta e yogurt) tiene dentro: ci impedisce questa fase di attivazione. La colazione dovrebbe essere riscaldante, a base di cibi che ci permettano di utilizzare al meglio il sistema funzionale milza-stomaco. Sistema che si occupa della digestione e assimilazione, per produrre una buona qualità di Qi, ovvero energia (che andrà ad alimentare la Wei Qi).
Cibi che ci permettano di  tonificare quell’energia. Quindi cibi cotti più digeribili, e non crudi e freddi che, diversamente, spegnerebbero proprio quello Yang che vorremmo attivare. La digestione ha bisogno di calore e dinamicità. Per mantenere attivo il fuoco digestivo, bene fare attenzione a cibi molto umidificanti, come ad esempio i latticini (latte o yogurt), lo zucchero, oppure un eccesso di zuccheri, compresi frutta e succhi di frutta.

Magari a colazione ci potremmo preparare una magnifica crema di riso integrale con cannella e mandorle tostate. Oppure anche dei pancake di farina di ceci, con curry.

La cena
La sera mangeremo meno. E non troppo tardi. Mangeremo qualcosa che ci riporta verso lo Yin. Quindi non bistecche di carne, ma una zuppa di miso (meglio senza zenzero, perché lo zenzero, con il suo sapore piccante potrebbe essere più adatto al mattino), una mela cotta che ci rilassa e un tè verde (magari meglio kukicha che non contiene teina) che riporta la nostra energia verso il basso, predisponendoci al sonno.

Bene non impegnare la sera il nostro Fegato nell’attività digestiva: quindi evitiamo cibo pesanti e grassi. Perché se il Fegato sarà impegnato nella digestione non si potrà occupare di nutrire e rigenerare i nostri organi interni (è lui che gestisce la Wei Qi).

Equilibrio Yin e Yang

Gran parte delle problematiche oggi sono conseguenza del fatto che ci siamo allontanati dai ritmi naturali. Non ci ascoltiamo e spesso agiamo in modo poco allineato con la nostra stessa natura. Oltretutto, gran parte della popolazione segue un’alimentazione che contribuisce a creare scompensi energetici.

Tornando ad un’alimentazione più consona a questo equilibrio, il nostro sonno ne gioverà. E al mattino ci sentiremo freschi, riposati e pieni di energia.

 



Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.

Dopo una pluriennale esperienza in aziende multinazionali, decido di cambiare vita per ritrovare me stessa. Lascio la carriera per tornare alla natura, ad una vita semplice. Intraprendo quindi gli studi di Naturopatia. Affascinata dalla Medicina Tradizionale Cinese, proseguo con il percorso di Shiatsu, approfondendo successivamente i principi energetici del cibo attraverso lo studio e la pratica dell’Alimentazione Naturale Macrobiotica, in Italia e all'estero. Per migliorare le tecniche di cucina, seguo i corsi di Alta Cucina Naturale presso il Joia Academy, fondata dal maestro Pietro Leemann. Coautrice dei libri Il Cibo della Gratitudine, ho collaborato alla stesura del libro Medicina da Mangiare di Franco Berrino, curando la parte relativa alla prevenzione e contribuendo con numerose ricette di “Cibo Medicina”. Ho fondato questo blog http://www.ilcibodellasalute.com allo scopo di divulgare uno stile di vita sano, consapevole e sostenibile. Cuoca (insieme a mio marito Claudio Grazioli) e Docente di Alimentare Naturale Macrobiotica e MTC presso l'Associazione Chicco di Riso, gestisco (insieme a Claudio) il B&B Il B&B Il Melograno Nano, a Barga (LU). Conduco corsi teorici e pratici su tutto il territorio nazionale (e anche all'estero), fornendo suggerimenti e ricette sull'alimentazione, allo scopo di sensibilizzazione e promuovere la cultura del cibo sano e della sostenibilità ambientale. Cerco di approfondire costantemente le tematiche dell'alimentazione, attraverso lo studio di Alimentazione e Gastronomia (a livello universitario: sto studiando per diventare anche Nutrizionista) e Alimentazione Energetica (Dietetica in Medicina Tradizionale Cinese). Il mio sogno? Poterci avviare verso una Consapevolezza, ovvero la via per ritrovare noi stessi, per vivere in armonia con la natura, imparando ad essere artefici della nostra vita e del nostro destino. Per essere in salute, liberi, felici.